Il turismo internazionale a Roma, nella stagione estiva, ha quasi raggiunto i valori del pre-Covid. A certificarlo è Global Blue, società leader nel settore del Tax Free Shopping, che grazie al suo speciale osservatorio sui flussi intercontinentali in ingresso ha registrato per il trimestre giugno-agosto 2022 un tasso di recovery della spesa tax free – rispetto allo stesso periodo del 2019 – del 95%. Un dato migliore in confronto a quello nazionale, in un’evoluzione crescente nell’arco temporale considerato che porta agosto ad una performance addirittura superiore al pre-pandemia. Per quanto riguarda le vie dello shopping romano, tra quelle racchiuse nel Tridente è stato effettuato il 68% della spesa tax free totale, per uno scontrino medio di 1.673 euro: qui la ripresa ha persino superato i valori del pre-Covid. Un altro 28%, invece, lo si è registrato nella zona più estesa del centro, per una spesa media di 763 euro.

In assenza di cinesi e russi, anche la capitale ha conosciuto un nuovo mix di nazionalità in ingresso. I leader della spesa tax free sono stati gli americani (43% del totale), che hanno più che raddoppiato quanto già compiuto nel 2019 e registrato uno scontrino medio di 1.448 euro. Al secondo posto gli arabi (10% del totale), che hanno migliorato quanto realizzato nel pre-pandemia ed il cui scontrino medio ha raggiunto la cifra record di 1.496 euro. Tra le altre nazionalità emergenti, vanno segnalate quella canadese ed australiana (entrambe meglio del pre-Covid), nonché quella britannica, che può godere del beneficio tax free solo dal gennaio 2021, rappresentando pertanto una nazionalità dal forte potenziale tanto per il presente quanto per il futuro.

A livello di categoria merceologica, è stato il Fashion&Clothing a convogliare la maggior parte delle vendite tax free in  città (75%), con un tasso di recovery del 98% rispetto al 2019. Solo il 19%, invece, è stato destinato al Watches&Jewellary, che però ha fatto registrare lo scontrino medio più elevato, a quota 4.608 euro.

Questi i dati principali dello studio, mostrato nella conferenza stampa “Restart Rome” durante l’Open Day della Lounge romana di Global Blue – pensata per offrire al Globe Shopper un’accoglienza d’eccezione e servizi esclusivi – e alla quale ha partecipato anche l’assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del comune di Roma Alessandro Onorato.

“La stagione estiva ha rappresentato per l’Italia – e per Roma in particolare – il tanto atteso momento di ripartenza definitiva del turismo. Come c’era da aspettarsi, sono andate bene le località di mare. Ma anche le città d’arte hanno avuto performance prossime a quelle del 2019. Un fattore di buon auspicio per il prossimo autunno, sperando presto di poter recuperare la componente asiatica, da sempre fondamentale nelle dinamiche legate al tax free”, ha commentato Stefano Rizzi, Country Manager di Global Blue. “Siamo poi soddisfatti dei numeri generati dalla Lounge, con gli ingressi medi giornalieri che sono arrivati a 127 ad agosto, incrementando del 20% il dato di giugno. Non solo, il fatto che in lounge lo scontrino medio registrato sia più elevato di quello di Roma città testimonia come un cerimoniale di accoglienza di eccellenza sia un driver importante per i turisti VIP”.

Durante la conferenza è stata poi annunciata la partnership strutturale tra Global Blue e Lybra Tech, società italiana che sviluppa soluzioni  tecnologiche basate sui Big data, per Destinazioni Turistiche, Aziende ed Hotel. Lybra Tech non ha pertanto fatto mancare il proprio apporto allo studio proposto, presentando un approfondimento sui pernottamenti nella capitale durante l’estate ed in prospettiva per l’autunno.

Così, si è evidenziato come continui la ricerca dei pernottamenti su Roma anche da settembre a novembre, soprattutto per quanto concerne la componente estera. Ciò dimostra come la capitale riesca ad essere attrattiva in maniera continuativa fino alla stagione autunnale. L’area più ricercata è risultata essere quella del I Municipio, mentre tra le nazionalità quella americana si è rivelata la più attiva. Interessante il segmento prevalente, quello delle coppie. Infine, un ruolo importante lo giocano i grandi eventi: per la Ryder Cup del settembre 2023, già oggi si registra un picco di ricerche per i pernottamenti in città, realizzate specialmente dal bacino internazionale. Come ha sottolineato Fulvio Giannetti, CEO di Lybra Tech: “L’analisi dei dati predittivi permette di capire con anticipo come andrà il turismo, ma soprattutto è un formidabile strumento per capire come si comporteranno i singoli segmenti che compongono la domanda. I trend turistici sono meno stabili rispetto al passato, non solo nella totalità, ma anche nella composizione. Oggi registriamo un autunno con ottimi numeri su Roma, ma i segmenti turistici, la finestra di prenotazione e la capacità di spesa ci spiegano una realtà totalmente differente da quella pre-pandemica. Questi cambiamenti erano ben visibili nei dati predittivi già da qualche mese. Siamo lieti di iniziare un percorso comune con Global Blue e supportare con i dati predittivi le aziende che operano direttamente ed indirettamente nel mondo del turismo, perché nei prossimi mesi la domanda e le sue componenti potrebbero subire nuove variazioni e sarà determinante avere a disposizione le corrette informazioni con ampio anticipo”.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *