Con le due strutture di Venezia Mestre sempre piene e la prossima apertura di Firenze nel 2024, ao Hostels Italia chiude l’anno con ottimi numeri: il secondo semestre 2022 registra un’occupazione media dell’80% da giugno a dicembre, e per Carnevale 2023 si supera già il 50% di prenotazioni.
“Possiamo affermare con tranquillità che questo 2022 non solo ci ha stupiti, ma è stato addirittura l’anno migliore di sempre.” Ha commentato Annalia Bassi, nuova Responsabile vendite internazionale di ao Hostels, e continua: “Da inizio anno si sentiva che il vento era finalmente cambiato, le persone hanno iniziato a viaggiare con meno timore e i risultati non si sono fatti attendere, soprattutto dall’estate in poi.”

Da luglio a settembre le strutture di Venezia Mestre hanno registrato il tutto esaurito, con percentuali di occupazione media nettamente superiori agli stessi mesi dell’anno scorso, ma anche rispetto al 2019. Di fatto, l’intero semestre 2022 (da giugno a dicembre) ha avuto un’occupazione media delle camere dell’80%, rispetto al 64% dello stesso periodo nel 2021 e al 68% nel 2019. Inoltre, nel 2022 ao Hostels Italia ha avuto un aumento del fatturato del 26% rispetto al 2019, e ha accolto ben il 75% di turisti stranieri, prevalentemente tedeschi, inglesi e spagnoli, e il 25% di ospiti domestici.

Bassi commenta: “Anche gli ultimissimi giorni di quest’anno saranno caratterizzati dal pienone per le nostre due strutture di Mestre. Al momento, infatti, registriamo un 92% di occupazione camere per il 31 dicembre e poco meno nella prima notte del 2023, ma la previsione è che avremo tutte le camere al completo.” Nonostante manchino ancora due mesi, anche i dati di occupazione nell’ultimo weekend di Carnevale sono già molto incoraggianti e attualmente superano il 50%.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *