La ripresa tanto sperata del settore del business travel si è vista in modo evidente nell’ultimo trimestre con una crescita costante media delle prenotazioni di oltre il 41% ogni mese e con un picco del 62% a metà giugno: sono questi i dati incoraggianti condivisi dalla multipiattaforma digitale BizAway, attraverso la quale è possibile organizzare online tutti gli aspetti di un viaggio d’affari. Il comparto inizia a riprendersi dopo alcuni mesi di alti e bassi, dovuti all’emergenza sanitaria globale, sebbene si guardi al futuro sempre con cauto ottimismo alla luce dei continui sviluppi della situazione pandemica.
I fattori di questa ripartenza possono essere ricercati in primis nella campagna di vaccinazione di massa e nel conseguente allentamento delle misure di sicurezza, tra cui la sospensione del coprifuoco e la possibilità di viaggiare con test rapidi verso Paesi che in precedenza richiedevano una PCR. “La ripartenza dei viaggi aziendali è un fattore fondamentale per la generazione di business e, in generale, per il rilancio dell’economia – spiega Luca Carlucci, co-founder e CEO di Bizway – Dall’inizio del 2021, gli utenti delle piattaforma BizAway hanno continuato a viaggiare compatibilmente con le restrizioni imposte dalle normative internazionali e dei singoli Paesi. Ma è stato da inizio maggio che abbiamo visto una decisa inversione di rotta con un aumento notevole del numero di persone che hanno ripreso a viaggiare per lavoro. Certo, la situazione è in continuo divenire e non bisogna abbassare la guardia”.

La ripresa dei viaggi d’affari: alcuni dati

Dai comportamenti degli utenti sulla multipiattaforma digitale, BizAway ha rilevato alcuni trend delle prenotazioni in questa nuova fase, successiva all’inizio della campagna vaccinale di massa.

Ecco i principali:

  • ripresa della destinazioni fuori dai confini nazionali. Sebbene i viaggiatori inizialmente puntassero sulla ricerca di nuove opportunità all’interno del mercato nazionale, c’è stato un boom dei viaggi aziendali internazionali, soprattutto in Europa. Le destinazioni più gettonate sono, a livello europeo, Madrid, Barcellona e Milano, seguite da Berlino, Lisbona, Valencia e Parigi.
  • Prenotazioni di hotel e voli in testa. Gli utenti che organizzano un viaggio d’affari su BizAway principalmente prenotano hotel (49%), voli (28%), treni (22%) e auto (solo 1%).
  • Largo a prenotazioni flessibili. Fin da subito, dall’inizio dell’anno, la tendenza è stata quella di affidarsi alle prenotazioni flessibili, con possibilità di cancellazione o di cambiare date senza costi aggiuntivi, offerte da hotel, compagnie aeree, treni. Si tratta di una condizione quasi imprescindibile per effettuare una prenotazione.
  • Riduzione dei giorni di anticipo della prenotazione. Gli utenti di BizAway tendono ad aspettare l’ultimo minuto per prenotare hotel o voli. Mentre la media dei giorni di anticipo prima della crisi sanitaria era di 10 giorni tra la prenotazione e il check-in per l’alloggio e di 14 per i voli, nel 2021 i termini si sono ridotti notevolmente: 6/7 giorni per gli hotel e 10 giorni per gli aerei. Questo richiede che le procedure di prenotazione siano sempre più agili e immediate.
  • Aumento delle notti di soggiorno in hotel. Nel corso del 2021, in termini di pernottamento si è osservato è che gli utenti di BizAway hanno iniziato a prolungare i loro soggiorni prenotando 2 / 3 notti, mentre nel 2020 la media era di 1 / 2 notti.
  • Le categorie che viaggiano di più. I settori che hanno dato impulso maggiore alla ripresa delle trasferte aziendali sono quello ingegneristico e delle telecomunicazioni, seguito da quello sanitario, in particolare farmaceutico, da quello legale e finanziario (società di consulenza) e commerciale (investitori).
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *