Era il 1993 quando Nicola Risatti e Fabrizio Piantoni, cugini e discendenti di una famiglia di imprenditori del settore alberghiero, decidono di dar forma alla loro passione per il mondo dell’ospitalità fondando Blu Hotels, una realtà che dopo 30 anni è diventata un autorevole punto di riferimento nel panorama dell’hôtellerie italiana.
Oggi Nicola è Presidente e Fabrizio Vicepresidente e insieme gestiscono un Gruppo che, proprio nell’anno in cui compie trent’anni, conta trenta strutture, tutti hotel e villaggi a 4 stelle e 4 stelle superior per un totale di oltre 3.000 camere, che hanno accolto milioni di ospiti in rinomate località turistiche al mare, in montagna e sui laghi. «Dal 1993 – dichiara il cavaliere Nicola Risatti – rappresentiamo una costante nel panorama dei servizi alberghieri del nostro Paese, grazie all’impegno, alla passione e al desiderio di crescita continua. Con trenta strutture presenti su tutto il territorio nazionale, ci confermiamo leader nel turismo leisure in Italia».
E per festeggiare e lasciare un segno tangibile a ricordo di questo traguardo, Blu Hotels ha scelto di dar vita a una foresta, donando ai propri dipendenti un albero, a testimoniare la sensibilità e l’attenzione del Gruppo sugli aspetti di sostenibilità sociale e ambientale. “È un piccolo gesto per un grande e importante obiettivo, quello di contribuire a rendere un po’ più verde il pianeta e a sensibilizzare su uno dei valori alla base della nostra filosofia aziendale, che da sempre vuole coniugare il piacere di una vacanza con il rispetto dell’ambiente che ci circonda”, conclude Risatti. Saranno alberi di Cacao in Cameroon, di Caffè in Colombia, di Limone in Malawi , Tefrosie in Madagascar, Anacardi e Roble in Ghana e Colombia, 600 nuove piante, alleate preziose nella lotta al cambiamento climatico.

Da tempo Blu Hotels si impegna a portare avanti scelte sempre più green, ben evidenziate dall’attenzione verso un consumo più sostenibile e un efficientamento energetico all’interno delle proprie strutture. Anche la domotica rientra tra le soluzioni adottate per evitare sprechi energetici. Ne è un esempio il Blu Hotel Natura & Spa, a Folgaria, che è stato completamente realizzato in legno secondo i principi della bioarchitettura, con le camere dotate di un sistema di domotica all’avanguardia gestibile direttamente dall’ospite.
Sul fronte “plastic free”, gli hotel e i resort stanno progressivamente sostituendo i prodotti delle linee di cortesia monouso, inserendo i dispenser ricaricabili, la soluzione più azzeccata per abbattere gli sprechi e ottimizzare le risorse. In linea con la filosofia ecosostenibile del Gruppo è anche la riduzione graduale dell’utilizzo dei detersivi, grazie alla sostituzione delle tovaglie in cotone con tovagliette in fibre naturali che bilanciano il rispetto per la natura e la funzionalità del design.
Inoltre, pur avendo strutture diffuse su tutto il territorio italiano, e avendo quindi degli accordi quadro su tutto il territorio nazionale, si privilegiano ovunque le realtà e le produzioni territoriali, il che permette di risparmiare notevoli quantità di CO2 e, allo stesso tempo, sostenere piccole aziende locali, che rappresentano un tessuto fondamentale per l’economia del Paese.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *