Si è conclusa la tre giorni del WMF – We Make Future, Fiera Internazionale e Festival tenutasi dal 15 al 17 giugno alla Fiera di Rimini. Una tre giorni, organizzata da Search On Media Group, che ha riunito il mondo dell’innovazione in Italia, con oltre 60.000 presenze da 85 Paesi, più di 670 espositori, 2.000 tra startup e investitori, più di 1.000 speaker e oltre 130 ospiti istituzionali, nazionali e internazionali. Una conferma solida e importante del ruolo che WMF ricopre da sempre, di piattaforma per la costruzione del futuro ma anche di acceleratore di educazione, formazione, cultura e innovazione al servizio della società globale.

“Anche quest’anno il WMF è stato piattaforma di incontro, condivisione e soprattutto costruzione del futuro. La visione che portiamo avanti da sempre con questa manifestazione è stata compresa dalle migliaia di persone e realtà che insieme a noi hanno vissuto questa tre giorni sentendosi parte di una Comunità globale che può e deve impegnarsi per un futuro diverso” spiega Cosmano Lombardo Founder e CEO di Search On Media Group e Ideatore del WMF. ” Creator, professionisti e aziende del settore AI & Digital-Tech, ma anche startup innovative, investitori e istituzioni italiane ed estere hanno scelto di sedersi allo stesso tavolo per disegnare un futuro che sia sostenibile e inclusivo, grazie anche agli strumenti dell’innovazione tecnologica e digitale e all’AI”.
La manifestazione ha visto come Main Sponsor la Regione Emilia-Romagna e ha goduto del patrocinio della Regione Emilia-Romagna e di: Comune di Bologna, Agenzia Spaziale Italiana, Sport e Salute Spa, Invitalia, Assemblea Parlamentare del Mediterraneo e Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

10 i padiglioni della Fiera di Rimini che, per questa undicesima edizione hanno ospitato gli eventi di formazione, business e networking, intrattenimento e show del WMF – We Make Future: spazi animati non stop da esperti di settore, confronti istituzionali, incontri B2B, competition tra realtà innovative, concerti, prototipi e spettacoli tecnologici che hanno caratterizzato ognuna delle tre giornate.

Sul Mainstage ospiti d’eccezione, artisti e figure istituzionali da tutto il mondo

Il Mainstage del WMF è stato ancora una volta il fulcro della manifestazione, il luogo dove si riunisce la Community globale del WMF per uno sguardo sul futuro tra momenti di scoperta e divulgazione culturale. A calcare il palco quest’anno un nutrito parterre di ospiti internazionali, a partire dall’ospite d’onore Sir Tim Berners-Lee, passando per il sociologo Manuel Castells, all’inventore del tablet ed esperto di AI Jerry Kaplan, fino a David Hanson e Robot Sophia, o ancora la Ministra albanese Edona Bilali e gli Ambasciatori di Lettonia, Algeria e Svezia.
Non sono mancate anche autorevoli voci del panorama nazionale, che proprio dal Mainstage hanno offerto prospettive e sui più svariati argomenti, tra questi anche il segretario generale della UIL, Pierpaolo Bombardieri, Guido Scorza, componente del Garante della Privacy, la Vice Presidente della Camera Anna Ascani, i Procuratori Nicola Gratteri e Giuseppe Lombardo, il presidente di CINECA Francesco Ubertini e numerosi rappresentanti di aziende e realtà come Intel, IIT – Istituto Italiano di Tecnologia, Microsoft, Monge, ESA – European Space Agency, Rai pubblica Utilità, Pegasus Tech Ventures, WWF, Oxfam, Oracle, Stanford University e molti altri.

Grande successo anche per l’11^ edizione della Startup Competition internazionale del WMF, uno degli eventi principali del World Startup Fest, anche quest’anno co-condotta da Cosmano Lombardo e Diletta Leotta. Ad aggiudicarsi i premi in palio – per un valore complessivo di 2 milioni di euro, 3 startup selezionate da tutto il mondo: la giuria ha assegnato il primo premio all’egiziana Yalla, mentre Cyrkl e Wallife hanno rispettivamente ottenuto il premio del pubblico e il premio speciale. Per Yalla, grazie alla vittoria, la possibilità di competere nella finale di Startup World Cup a San Francisco il prossimo autunno: una premialità messa a disposizione da Pegasus Tech Ventures.

Sempre sul palco principale, spazio infine anche a Concerti e set live, grazie alla partecipazione di artisti del calibro di Dardust, Dargen D’amico, Samuel Romano, N.A.I.P e Lucariello, ad arricchire la già notevole line-up musicale del Music Fest, che ha visto anche le performance dei Boomdabash e di Alessio Bertallot, e ha contato le esibizioni di più di 30 artisti tra band e dj emergenti selezionati anche dai contest realizzati da WMF in collaborazione con RDS Next e Radio See You; tra questi anche i Super Cumbia y la Liga de la Alegría, vincitori del contest Band Emergenti.

La formazione al centro del WMF: oltre 100 stage attivi durante la tre giorni

Ricchissimo il programma formativo del WMF 2023: sono stati oltre 100 gli stage formativi, in cui più di 1.000 speaker da tutto il mondo si sono susseguiti, condividendo le proprie conoscenze con le migliaia di professionisti del settore AI & digital- tech, e non solo, presenti. Sugli Open stage presenti in Area Fieristica sono stati accolti ospiti d’eccezione, condivise con il pubblico tavole rotonde e panel tematici dedicati agli argomenti più rilevanti del prossimo futuro come l’Intelligenza Artificiale, con stage verticali in cui sono stati affrontate le sue applicazioni in ambiti quali PMI, Education e Work, Innovazione e politica, grazie agli stage pensati per un confronto tra istituzioni, cittadini e community, Creator Economy con lo stage dedicato o ancora Cinema, sostenibilità, inclusione senza tralasciare tutti gli stage formativi riservati dove è stato possibile approfondire competenze verticali su tutte le principali leve del digital marketing.

WMF contenitore di eventi: creator, AI, robotica e startup tra i protagonisti degli appuntamenti verticali

Grande varietà di eventi verticali e tematici durante la tre giorni: specchio della natura della manifestazione, capace di mettere in dialogo temi e attori diversi per offrire uno sguardo proiettato verso il futuro e restituire un quadro della nostra società. Grande successo allora per il Creators Fest, la più grande iniziativa d’Italia dedicata ai Creator e alle loro Community, che ha accolto oltre 150 creator italiani e internazionali; dal Mainstage al Creator Stage hanno preso parte note personalità del web, come Camihawke, Alice Mangione, Casa Surace, Favij, Power, Jakidale, Alice Venturi, Benedetta De Luca, Rick DuFer, Marcello Ascani e Alessandro Masala, fondatore del canale Breaking Italy.
Non sono mancati poi gli appuntamenti per appassionati, professionisti e aziende attive in ambito AI, con l’AI Global Summit che ha portato a Rimini i massimi esperti di settore, ma anche prototipi e tecnologie innovative sperimentali. Non poteva mancare il ritorno del World Startup Fest, evento di riferimento internazionale per startup, scaleup e investitori che ogni anno trovano nel WMF nuovi spunti di collaborazione e opportunità di business a livello globale, grazie agli incontri B2B, agli eventi di networking dedicati e alle competition che coinvolgono startup innovative da tutto il mondo. E ancora Future Show, con l’esibizione della Jet Suit di Gravity Industries, macchine a guida autonoma e robotica sostenibile; Innovation Film Fest con contest per artisti emergenti e incontri con operatori del mondo dello spettacolo; Digital Job Fair con iniziative volte ad agevolare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro e molti altri eventi che coinvolgono i molteplici settori toccati dall’innovazione tecnologica e digitale.
Tra i partner e gli espositori del WMF 2023 anche Intel, CINECA, TeamSystem, Aruba, TikTok, Emergency, Rai, ESA – Agenzia Spaziale Europea, ISIPM, Netsons, QONTO, Conflux, CNA, Grow by SAP, Cerved, EURid, Confindustria Vicenza, Trentino Sviluppo, European Bank.
RDS è radio partner dell’evento.

La tre giorni del WMF è riuscita nuovamente nella missione di porre l’Italia al centro del processo di rivoluzione innovativa del Futuro creando e mettendo a disposizione una vera e propria piattaforma di incontro, scambio e condivisione, aperta a tutto il mondo e in grado di creare sinergie che solo in un evento così trasversale possono prendere vita. Tecnologia, innovazione digitale, paradigmi valoriali e attivismo hanno trovato uno spazio di co-esistenza e coesione al WMF, con lo scopo comune di creare un futuro migliore.
L’edizione 2024 è già in programma alla Fiera di Rimini, dal 13 al 15 giugno.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *