Blue Air entra ufficialmente in fase di ristrutturazione aziendale anche in Italia: la compagnia aerea con sede a Bucarest dopo aver ottenuto a luglio l’accesso al concordato preventivo in patria, ha fatto il mese scorso analoga richiesta in Italia. La XIV sezione fallimentare del Tribunale di Roma ha accolto la richiesta il 4 novembre scorso: l’azienda ha ora 120 giorni di tempo a partire dal 13 ottobre (data della richiesta) per presentare tutta la documentazione necessaria e una proposta di ristrutturazione dei debiti.
Il Tribunale ha inoltre nominato un commissario nella persona dell’avvocato Daniele Vattermoli che dovrà vigilare sul rispetto da parte di Blue Air delle prossime scadenze, in particolare l’aggiornamento periodico della situazione finanziaria dell’impresa.

Durante il periodo di commissariamento non potranno essere eseguiti atti di straordinaria amministrazione se non autorizzati dal Tribunale e non potranno essere pagati crediti precedenti. Il Tribunale ha inoltre negato alla proponente la proposta di conciliare tutte le controversie giudiziare sotto i 2000 euro per ragioni di cancellazioni, ritardi voli e smarrimento bagagli.

Condividi: