Blue Air entra ufficialmente in fase di ristrutturazione aziendale anche in Italia: la compagnia aerea con sede a Bucarest dopo aver ottenuto a luglio l’accesso al concordato preventivo in patria, ha fatto il mese scorso analoga richiesta in Italia. La XIV sezione fallimentare del Tribunale di Roma ha accolto la richiesta il 4 novembre scorso: l’azienda ha ora 120 giorni di tempo a partire dal 13 ottobre (data della richiesta) per presentare tutta la documentazione necessaria e una proposta di ristrutturazione dei debiti.
Il Tribunale ha inoltre nominato un commissario nella persona dell’avvocato Daniele Vattermoli che dovrà vigilare sul rispetto da parte di Blue Air delle prossime scadenze, in particolare l’aggiornamento periodico della situazione finanziaria dell’impresa.

Durante il periodo di commissariamento non potranno essere eseguiti atti di straordinaria amministrazione se non autorizzati dal Tribunale e non potranno essere pagati crediti precedenti. Il Tribunale ha inoltre negato alla proponente la proposta di conciliare tutte le controversie giudiziare sotto i 2000 euro per ragioni di cancellazioni, ritardi voli e smarrimento bagagli.

Autore

  • Domenico Palladino

    Domenico Palladino è editore, consulente marketing e formatore nei settori del travel, della ristorazione e degli eventi. Dal 2019 è direttore editoriale di qualitytravel.it, web magazine trade della travel & event industry. Gestisce inoltre i progetti editoriali di extralberghiero.it, dedicato agli operatori degli affitti brevi e cicloturismo360.it, per gli amanti del turismo su due ruote. Ha pubblicato per Hoepli il manuale "Digital Marketing Extra Alberghiero". Laureato in economia aziendale in Bocconi, indirizzo web marketing, giornalista dal 2001, ha oltre 15 anni di esperienza nel travel. Dal 2009 al 2015 è stato web project manager del magazine TTG Italia e delle fiere del gruppo. Dal 2015 al 2019 è stato direttore editoriale di webitmag.it, online magazine di Fiera Milano Media dedicato a turismo e tecnologia.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *