bonus vacanze 2021

Non è affatto positivo il bilancio di fine estate 2021 del Bonus Vacanze, misura pensata dal Governo nel 2020 per sostenere il turismo e prolungata anche quest’anno, ma solo per chi ne aveva fatto richiesta entro il 31 dicembre dell’anno scorso. Ebbene, a fine 2020 i numeri parlavano di 1.885.802 bonus vacanze richiesti, per un controvalore di 829 milioni, ma poco più di 750mila utilizzati. A fine agosto 2021 il numero dei bonus vacanze utilizzati non è migliorato di molto, con il contatore che è salito a 1.087.461: i nuovi utilizzatori sono quindi circa 300.000, meno della metà di chi l’ha usato nello scorso anno. L’utilizzo totale della misura è di meno di 500 milioni di euro, circa un quinto dei 2,4 miliardi messi a budget nel 2020 dal Governo. Numeri che non possono far gridare al successo con quasi 800mila bonus richiesti e mai utilizzati. Difficile inoltre che l’utilizzo possa avvenire nei prossimi 4 mesi in cui sarà possibile ancora andare in vacanza con il bonus: i numeri dell’anno scorso mostrano uno scarsissimo utilizzo nel periodo autunnale, con una leggera ripresa a dicembre per il ponte dell’Immacolata, diminuito nuovamente per le vacanze di Natale che sono comunque state contraddistinte da chiusure generalizzate, incluse quelle degli impianti sciistici. Anche un eventuale prolungamento nel 2022 del bonus vacanze risulterebbe ormai anacronistico dopo due anni di flop: forse sarebbe più sensato riaprire le richieste alle famiglie che lo hanno già utilizzato.
Ricordiamo che il bonus vacanze era richiedibile da famiglie con un ISEE inferiore a 40.000 euro ed erogato in tagli da 150, 300 o 500 euro a seconda dell’ampiezza del nucleo familiare con la possibilità di utilizzarlo in hotel e agenzie viaggi.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *