Si dice che in una coppia in viaggio c’è sempre una persona che è perfettamente informata e focalizzata sull’itinerario e un’altra che segue, semplicemente godendosi il panorama. A breve il primo ruolo potrebbe essere svolto da una intelligenza artificiale, o almeno questo è l’obiettivo non dichiarato a cui punta Romie, l’innovativo assistente AI progettato da Expedia Group per trasformare la pianificazione dei viaggi in un’esperienza fluida e personalizzata. Romie è stato presentato a maggio 2024 nel corso di Explore 24, la convention globale di Expedia a Las Vegas e per ora è disponibile solo negli Stati Uniti per utenti IOS. Ma noi possiamo già svelarvi i dettagli perché eravamo lì, con le demo video in anteprima.

Come funziona Romie

Romie sfrutta la potenza dell’intelligenza artificiale per assistere i viaggiatori in ogni fase del loro viaggio, dalla pianificazione alla gestione imprevisti. Romie è progettato per offrire un supporto completo ai viaggiatori, agendo contemporaneamente come agente di viaggio, concierge e assistente personale.
Ovviamente non è destinato a sostituire gli agenti di viaggio, categoria con cui Expedia lavora tanto e bene attraverso la piattaforma Taap che serve 140.000 agenzie fisiche in tutto il mondo, ma serve ad assistere coloro che non ne avvertono il bisogno, salvo poi rivolgersi a una di loro al primo imprevisto.

Utilizzando la tecnologia di OpenAI, Romie è già in grado di:

  • Pianificare viaggi in chat di gruppo: Romie può essere invitato nelle chat di gruppo per ascoltare i piani di vacanza e fornire suggerimenti su destinazioni, attività e alloggi.
  • Ricerca intelligente: Analizzando le conversazioni dei viaggiatori, Romie è in grado di riassumere i contenuti e portare le informazioni rilevanti direttamente nell’esperienza di shopping su Expedia, personalizzando ulteriormente la ricerca con filtri specifici come viste panoramiche o check-in anticipato.
  • Costruzione dell’itinerario: Romie può raccogliere informazioni di viaggio dalle email e suggerire ristoranti e attività vicino all’hotel, garantendo che ogni aspetto del viaggio sia curato nei minimi dettagli.
  • Servizio dinamico: In caso di imprevisti, Romie è pronto a offrire soluzioni alternative, monitorando i cambiamenti meteorologici e le interruzioni dell’ultimo minuto.
  • Assistenza intelligente: Durante il viaggio, Romie aggiorna l’itinerario in tempo reale, così chiunque nella chat di gruppo ha paura di essersi perso qualcosa può vedere cosa si sta facendo: ad esempio se una persona del gruppo deve partire per andare a prendere gli altri all’aeroporto può digitare nella chat @romie per conoscere gli orari di arrivo.

“Crediamo nel reinventare l’esperienza del viaggiatore e poi utilizzare il meglio dell’IA per darle vita, e con Romie, abbiamo fatto proprio questo,” ha detto Rathi Murthy, CTO di Expedia Group. “Abbiamo creato un assistente AI con l’iper personalizzazione in mente, in modo che i viaggiatori possano scegliere quando vogliono l’aiuto di Romie a loro piacimento. Romie può assistere durante la fase di sognare, pianificare e viaggiare o anche quando le cose non vanno come previsto, tutto mentre diventa più intelligente con l’interazione del viaggiatore.”
L’integrazione di Romie nell’app di Expedia rappresenta un passo avanti significativo nell’utilizzo dell’intelligenza artificiale per migliorare l’esperienza di viaggio. I viaggiatori possono beneficiare di una pianificazione più intuitiva e organizzata, con la possibilità di salvare automaticamente gli hotel discussi durante le conversazioni nella sezione “trip” dell’app. Questo permette di scegliere date, verificare disponibilità e aggiungere voli, auto o attività con maggiore facilità.
Inoltre, Romie offre un supporto continuo, garantendo che i viaggiatori ricevano raccomandazioni personalizzate basate sulle loro preferenze e sui loro comportamenti precedenti. Questo livello di personalizzazione è reso possibile dai modelli di linguaggio avanzati di OpenAI, quindi gli stessi di ChatGPT, che permettono a Romie di comprendere e elaborare una vasta quantità di informazioni per offrire le migliori soluzioni di viaggio.

Prospettive future

Attualmente in fase beta, Romie è disponibile per gli utenti di iOS negli Stati Uniti e sarà presto accessibile a un pubblico più ampio. Expedia prevede di espandere le funzionalità di Romie, includendo la possibilità di gestire prenotazioni di voli e auto, e di continuare a migliorare l’esperienza basandosi sul feedback degli utenti. Per chi vuole provarlo, “se può collegarsi dagli USA”, può provare ad accedervi dal sito di EG Labs https://www.expedia.com/product/labs/#join-eg-labs

L’introduzione di Romie rappresenta un importante test per l’era emergente dell’intelligenza artificiale generativa nel settore dei viaggi. Con Romie, Expedia si propone di eliminare lo stress e la confusione associati alla pianificazione dei viaggi, consentendo ai viaggiatori di concentrarsi su ciò che conta di più: creare ricordi indimenticabili.

Autore

  • Domenico Palladino

    Domenico Palladino è editore, consulente marketing e formatore nei settori del travel, della ristorazione e degli eventi. Dal 2019 è direttore editoriale di qualitytravel.it, web magazine trade della travel & event industry. Gestisce inoltre i progetti editoriali di extralberghiero.it, dedicato agli operatori degli affitti brevi e cicloturismo360.it, per gli amanti del turismo su due ruote. Ha pubblicato per Hoepli il manuale "Digital Marketing Extra Alberghiero". Laureato in economia aziendale in Bocconi, indirizzo web marketing, giornalista dal 2001, ha oltre 15 anni di esperienza nel travel. Dal 2009 al 2015 è stato web project manager del magazine TTG Italia e delle fiere del gruppo. Dal 2015 al 2019 è stato direttore editoriale di webitmag.it, online magazine di Fiera Milano Media dedicato a turismo e tecnologia.

Condividi:
Un pensiero su “Come funziona Romie di Expedia, l’agente di viaggi alimentato dall’intelligenza artificiale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *