Conventions Malta ha coinvolto il mentalista Aldo Aldini, reso famoso per la sua partecipazione a Italia’s Got Talent, con lo scopo di offrire agli operatori del MICE, un nuovo ed originale punto di vista su Malta ed aprire il sipario su una destinazione che oggi è diventata un luogo in equilibrio perfetto tra antichità e modernità, a partire dalla sua capitale, Valletta.

‘Conventions Malta ha messo a punto con Aldo Aldini una chiave di lettura innovativa che vuole raccontare il processo che ha trasformato il nostro incantevole arcipelago da una di serie piccole isole legate alla tradizione mediterranea, in una destinazione moderna e dinamica – spiega Ester Tamasi, Marketing Manager di Conventions Malta – Affronteremo questo percorso anche con l’uso degli strumenti di cui Aldo Aldini è maestro, le suggestive tecniche del mentalismo, tramite le quali vogliamo, con un metodo creativo e divertente, palesare i grandi cambiamenti che sono avvenuti a Malta, per portare i nostri ospiti in un viaggio che li accompagni oltre i cliché e far scoprire loro un punto di vista che vada al di là di quello che già sanno sulla destinazione. L’obiettivo è di trasmettere e consolidare il concetto che Malta non sarà mai una destinazione scontata’.

Il progetto, studiato e realizzato da Conventions Malta è suddiviso in 3 momenti: un primo evento ha avuto luogo a Milano, a cui hanno partecipato selezionate figure della Meeting Industry più attiva sul territorio italiano ed è stato organizzato in collaborazione con la DMC maltese Oswald Arrigo. Farà seguito nei prossimi giorni un Fam Trip a Malta organizzato da CM dedicato ad agenzie italiane che operano nel segmento MICE soprattutto nell’organizzazione di piccoli, ma raffinati eventi, o che propongono esperienze di viaggio destinate ad una clientela VIP. L’ultima fase del progetto si terrà a Roma con una cena spettacolo organizzata con l’obbiettivo di insegnare ad osservare guardando oltre i soliti standard, per riscoprire la destinazione con nuovi occhi. Aldo Aldini prenderà parte anche al fam trip, durante il quale sono previste 3 sessioni formative condotte dallo stesso mentalista.

Una nuova luce illumina quindi Malta, la cui tradizionale ospitalità basata su un patrimonio artistico e culturale di immenso valore, viene arricchita oggi da una serie di strutture di altissimo livello, perfette per il segmento MICE. Solo per citarne alcune ricordiamo l’antico Auberge d’Italie, uno dei palazzi storici risalenti al periodo dei Cavalieri di San Giovanni e che recentemente è stato trasformato nel MUZA, il museo d’arte moderna di Malta, le cui mura contengono oggi anche uno splendido cortile idoneo ad accogliere cene di gala da 120 ospiti, il cui servizio food & beverage può essere affidato al catering interno alla struttura, basato su un concept di fine dining.

Altra struttura di altissimo valore, che offre importanti servizi utili alla meeting industry a Malta, è di certo il Mediterranean Conference Centre. L’MCC quest’anno compie 40 anni e lo fa aprendo un nuovo rooftop terrace, oltre ad allestire per un mese uno spettacolo esclusivo del Cirque du Soleil, creato appositamente per questa venue, e che rappresenta un evento di certo interessante anche per il MICE.

Ester Tamasi aggiunge su questo tema: ‘Abbiamo volutamente citato due edifici del patrimonio pubblico per dimostrare che la spinta verso una sempre più completa ed efficiente offerta per gli organizzatori di eventi, parte dalle stesse istituzioni che continuano ad investire nell’ammodernamento di servizi e luoghi, con una strategia che si affianca ad un’ampia scelta di attività ed eventi disponibili durante tutto l’anno’.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *