Si apre il sipario su Bologna Tech Week – la città al centro del Futuro, manifestazione corale e diffusa tra Bologna Congress Center e spazio cittadino, organizzata da Search On Media Group che, per la sua prima edizione, gode del patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, CONI – Comitato Regione Emilia Romagna e Resto del Carlino.
Da oggi e sino al 7 dicembre la manifestazione racconterà le anime della città attraverso il filo conduttore del digitale e delle tecnologie innovative, con un palinsesto eventi quantomai vario e costruito anche grazie alla collaborazione di più di 50 Partner tra le realtà innovative del territorio. Nell’Area Espositiva del Bologna Congress Center, inoltre, presenti più di 40 tra aziende e startup con applicazioni di AI, software e tool tecnologici orientati al business e allo sviluppo del tessuto produttivo. Obiettivo, in linea con l’operato di Search On – azienda già realizzatrice del WMF – We Make Future – quello di rendere Bologna un laboratorio aperto di innovazione abilitando uno scambio di conoscenza e formazione sui temi dell’AI&Digital-Tech.

“Bologna Tech Week è opportunità di incontro, connessione e formazione su temi divenuti oggi caldissimi. Questa manifestazione si è da subito posta l’obiettivo di essere epicentro di innovazione in una città, Bologna, simbolo straordinario del progresso e sviluppo tecnologico a livello italiano ed europeo” afferma Cosmano Lombardo, Founder e CEO di Search On Media Group e ideatore di Bologna Tech Week “Grazie alla partecipazione di realtà fondamentali per lo sviluppo tecnologico, non solo della regione ma del Paese, questa manifestazione è il momento in cui voci autorevoli, rappresentanti istituzionali, studenti e cittadini si uniscono per delineare insieme le future direzioni di sviluppo non solo del mondo digitale ma del nostro Paese” e conclude “L’obiettivo è sviluppare un progetto a lungo termine che favorisca un dialogo esteso con una vasta gamma di stakeholder regionali, nazionali e internazionali.”

A confermare il ruolo di Bologna Tech Week come tassello cruciale nel consolidamento della città come polo d’avanguardia nell’innovazione e nel progresso tecnologico e digitale, ampia la presenza istituzionale che arricchirà il confronto sulla regolamentazione, le opportunità, sulle tutele e sugli sviluppi delle nuove tecnologie, con una particolare attenzione rivolta al tema dell’intelligenza artificiale.

“Sono estremamente contento che la Bologna Tech Week abbia inizio. Era un evento che desideravo ardentemente si realizzasse e che avesse una diffusione capillare in città. Rappresenta un punto di partenza fondamentale, con il coinvolgimento significativo di aziende, comune e regione” afferma Massimo Bugani, Assessore all’Agenda Digitale, con delega alla comunicazione e al monitoraggio dei cantieri e alla protezione civile del Comune di Bologna ”Troppo spesso si parla poco di queste tematiche, e quando se ne parla, non lo si fa sempre in modo corretto. È importante sottolineare che il 27% dei fondi del PNRR sono dedicati a questo settore. Frequentemente, le discussioni mancano delle giuste conoscenze e si svolgono in un modo che può spaventare le persone” e conclude “eventi come la Bologna Tech Week sono essenziali per costruire una conoscenza approfondita e per comprendere come questo settore stia crescendo in modo positivo, generando nuove opportunità per tutti. Sono profondamente soddisfatto di questa iniziativa”.

Confermata infatti la presenza di Anna Ascani – Vicepresidente della Camera dei Deputati della Repubblica Italiana, Guido Scorza – Membro del Garante per la Protezione dei Dati Personali, il Direttore di CINECA Francesco Ubertini, dell’Assessore dell’Innovazione Digitale Massimo Bugani, Ernesto Belisario – Lawyer, expert in technology law and innovation in public administration, Brando Benifei – Co-relatore AI ACT al Parlamento Europeo e per il Comune di Parma Caterina Bonetti – Assessora ai Servizi Educativi e Transizione Digitale e Gianluca Borghi – Assessore alla Sostenibilità Ambientale, Energetica ed alla Mobilità. Ampia inoltre la partecipazione di CTE COBO, Casa dele Tecnologie Emergenti del Comune di Bologna, che ha scelto Bologna Tech Week per presentare le importanti opportunità messe a disposizione per l’ecosistema innovativo regionale e non solo.

Oltre 40 Eventi in calendario: il palinsesto

Più di 40 gli eventi diffusi ed eterogenei, per tematica e format, utili ad accompagnare i partecipanti in un viaggio alla scoperta del futuro innovativo del quale Bologna si conferma epicentro, grazie alla Bologna tech Week, con un approccio che è Community Centric.

Intervenuto durante l’evento inaugurale di Bologna Tech Week anche Agostino Melillo, Capo Comunicazione Intel Italia che ha annunciato una vera e propria rivoluzione per settore e per la società globale con la rivoluzione del personal computing con integrazione dell’Artificial Intelligence: “Il 14 dicembre, siamo entusiasti di annunciare nuove innovazioni hardware che introdurranno una nuova categoria di PC. Questi dispositivi permetteranno un’esperienza unica, con la possibilità di eseguire applicazioni avanzate di intelligenza artificiale direttamente sul proprio computer, non limitandosi ai servizi basati su cloud.

Una delle caratteristiche più rivoluzionarie sarà l’integrazione di una Neural Processing Unit (NPU), che affiancherà i tradizionali processori. Questo ci permetterà di avere tre diversi motori di elaborazione, rendendo il sistema non solo più potente, ma anche più efficiente dal punto di vista energetico” e prosegue “Prevediamo che entro la fine del 2025, ci saranno oltre 100 milioni di dispositivi equipaggiati con circa 300 funzionalità basate sull’intelligenza artificiale. Questo è solo l’inizio di un’era in cui vedremo uno scambio costante e sempre più intenso tra società e tecnologia. La sicurezza è una priorità: i dati non verranno inviati a terze parti, ma saranno gestiti localmente, garantendo una protezione senza precedenti per gli utenti.

Oltre all’evento inaugurale, spazio dunque ad un ampio calendario di eventi, iniziative e momenti a cura di realtà partner che hanno accolto lo spirito della manifestazione realizzando eventi di formazione digitale, con focus su Intelligenza Artificiale, Digital Marketing e Social Media, ma anche eventi di business, networking, divulgazione e intrattenimento, declinati su diversi format, tra cui presentazioni di tool e software, conferenze, tavole rotonde, aperitivi di networking, dj set, hackathon e moltissimo altro ancora. Estremamente variegati anche i temi esplorati e analizzati sotto la lente dell’innovazione: dall’Intelligenza Artificiale, alla Sostenibilità e all’Open Innovation, passando Giornalismo Digitale, Startup, Food, Tech 4.0, Social Media Marketing, Gaming, Digital Marketing, Automotive, Turismo, Creator Economy, VR, e i Borghi e Città del Futuro.

A partire dal 4 dicembre, diversi gli eventi che cominceranno ad animare il territorio cittadino, tra questi anche “Le serre di ART-ER – opportunità per startup e innovatori” “Change Makers Lab – Warm Up “Food, Tech e Innovazione”, “Art & Phygital. La strada per l’arte all’interno della strategia aziendale” e “Immersive Gaming – oltre i luoghi comuni” di Binario 69.

A partire da martedì 5 dicembre, in parallelo agli eventi che continueranno a svolgersi in tutta la città – tra i quali anche il tour guidato della Linea Pilota BI-REX, fabbrica digitale del futuro, l’evento “Innovatex – The Digital Edge” di IAG in collaborazione con Mug – Magazzini Generativi e Emilbanca, e il Tech Aperitif di Gellify – ad animarsi saranno anche gli spazi del Bologna Congress Center che sino al 7 dicembre ospiterà eventi sia gratuiti che a pagamento, tra cui i due eventi formativi storici di Search On, Social Media Strategies e SMConnect, ma anche la Live virtual experience con VR di Fondazione Golinelli, gli eventi di presentazione delle opportunità 2024 del progetto CTE COBO per l’ecosistema emiliano romagnolo, l’Hackathon Borghi Futuri e molto altro.

Artificial Intelligence: formazione, divulgazione e business

Grande attesa per gli eventi che andranno ad indagare e chiarire una delle tematiche più calde come l’artificial Intelligence e le relative applicazioni in ambito business e lavorativo, senza tralasciare gli impatti sociali e gli aspetti etici.
All’interno del Bologna Congress Center, dopo l’apertura di giorno 5 dicembre, affidata a Frankie hi-nrg mc con un imperdibile DJ Set, ad attendere curiosi e professionisti del settore AI & Digital-Tech diverse opportunità: dagli speech di formazione dei due eventi Social Media Strategies e Search Marketing Connect, tra cui “Youtube 2024 e Artificial Intelligence” a cura di Giorgio Taverniti@ Search On, “Neuroscienze ed AI” a cura di Giuliano Trenti @NeurExplore “AI Index: What’s Happened In AI and What We Should Look Forward To” a cura di Nestor Maslej Research Manager @ Stanford Institute for Human-Centered Artificial Intelligence (HAI); allo stage sull’AI Generativa tra cui si segnalano gli interventi di Alessio Pomaro – Head of AI @Search On Media Group “Tutte le novità dalla Generative AI” e “OpenAI Assistants API” a cura di Andrea Dragotta – Full Stack Web Developer @Search On Media Group; fino all’AI Fair, fiera dedicata all’Artificial Intelligence con presentazioni di tool e software, aziende e startup espositrici che nell’arco delle tre giornate – dal 5 al 7 dicembre al Bologna Congress Center – presenteranno anche soluzioni tecnologice e innovative che utilizzano le tecnologie AI.

Gli appuntamenti dedicati al mondo startup e open innovation

Bologna Tech Week è palcoscenico privilegiato per startup e stakeholder del mondo innovation. Tra gli eventi, che riuniranno al Congress Center non solo realtà innovative in fase di crescita ma anche investitori e acceleratori, diversi gli eventi e gli appuntamenti da non perdere, a partire del palco “Startup&Open Innovation” ricco di interventi, round table e confronti e il “Tech Startup Show” che tra storie di startup, confronti tra investitori e stakeholder provenienti dalla community del WMF We Make Future porterà i partecipanti a immergersi in un ecosistema che collega il patrimonio storico-culturale della città alle strategie progettate per un futuro più inclusivo e sostenibile. Tra le realtà e i partner coinvolti con eventi e iniziative per illustrare le opportunità del futuro all’ecosistema del WMF: Digital Magics, Blacksheep, IAG, Eden Ventures, Primo Ventures, Innovit, Invitalia, presente anche in area espositiva, InnovUP, Italian Tech Alliance, Involve Space, CLUST-ER,che lancerà una call per startup a tema metaverso e realtà immersive, CTE COBO, Hera, Azimut, Emilbanca, Pelliconi, Fondazione Golinelli, CRIF, Accademia Decentra, P01 e The Social Hub.
Area Espositiva: Incontri B2B, Networking e Digital Job Placement

Ampio spazio inoltre, è dedicato al business, al networking e agli incontri B2B, incoraggiati dalla vasta partecipazione di aziende, startup, attori di rilievo nell’ecosistema regionale e professionisti operanti nel settore AI & Digital Tech.
Negli oltre 1.000 mq di area espositiva del Bologna Congress Center oltre 40 tra sponsor ed espositori – tra cui anche Intel, Invitalia, LavoroPiù, FITSTIC, Uninettuno – saranno a disposizione per accendere nuove sinergie e collaborazioni usufruendo delle aree predisposte per gli incontri B2B, gli appuntamenti e i colloqui di lavoro.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *