Prende il via la collaborazione tra FlixBus e Loquis per la promozione del territorio italiano: l’operatore globale della mobilità green e la piattaforma italiana di geopodcasting uniscono le forze per valorizzare il patrimonio paesaggistico, culturale ed enogastronomico nazionale, e offrire così a chiunque un’esperienza di viaggio ancora più ricca.
Da oggi, i passeggeri di FlixBus potranno accedere a una playlist dedicata di oltre 300 podcast messi a disposizione da Loquis, che li accompagneranno per ben 1.300 km con storie e aneddoti sui territori attraversati in viaggio. Per ascoltarli, basterà scansionare un QR-code disponibile su tratte selezionate: tramite la geolocalizzazione, Loquis indicherà tutti i podcast sui luoghi che si trovano nelle vicinanze.
Chi viaggia con FlixBus potrà così arricchire e rendere più immersiva la propria esperienza di viaggio, e acquisire nuovi stimoli per approfondire la conoscenza del territorio grazie a un ricco ventaglio di proposte, fra monumenti e luoghi della cultura, aneddoti locali, location di film, abitazioni di personaggi famosi, street art, leggende e misteri, locali di tendenza, tour enogastronomici e borghi fantastici.
Nella playlist, infatti, si passa dalle grandi città italiane come Roma, Milano, Napoli e Torino, raccontate, però, da prospettive diverse, ai piccoli gioielli sconosciuti dello Stivale, come Bettolle, in Valdichiana, o Luzzi, nel Cosentino, passando per siti storici di fama globale, come gli scavi di Pompei, e meno noti, come Palazzo d’Avalos a Vasto, e luoghi del mistero, come la Taverna degli Alabardieri di Genova.

Un accordo strategico per supportare il settore turistico, con un occhio all’ambiente

In particolare, con questa collaborazione FlixBus e Loquis intendono guidare i passeggeri alla scoperta di luoghi poco conosciuti, centri cosiddetti minori e territori meno battuti, non contemplati dal turismo di massa: un obiettivo che risponde, innanzitutto, al desiderio di valorizzare il patrimonio nazionale, supportando attivamente il settore turistico in una fase delicata come quella attuale.
Inoltre, invitando i viaggiatori a percorrere itinerari nuovi, FlixBus e Loquis intendono contribuire alla deconcentrazione dei flussi turistici, incoraggiando un approccio al viaggio più sostenibile.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *