Partiamo da una certezza: il turismo enogastronomico è in continua crescita. E guardiamo in prospettiva, perché tutti i trend e le tendenze confermano non solo il rimbalzo generale del settore, ma la preferenza verso un turismo, quello legato al cibo e al vino, che sa interpretare perfettamente i valori e le esigenze del nuovo modo di viaggiare post-pandemia. Con il tema “Prospect” torna mercoledì 21 giugno al castello di Grinzane Cavour il Food&Wine Tourism Forum, sesta edizione del più importante appuntamento in Italia dedicato all’innovazione del turismo enogastronomico.

Promosso e organizzato da Ente Turismo Langhe Monferrato Roero con la direzione scientifica di Roberta Milano, il Forum raduna ogni anno in Langa alcuni tra i massimi esperti nazionali del settore e ospiti internazionali, pronti a confrontarsi sui temi più attuali che riguardano il turismo enogastronomico e la sua industria.
Sostenibilità, accelerazione digitale, cambiamento climatico e strutturazione di un’offerta sempre più competitiva e smart saranno i quattro assi portanti dell’evento 2023, le angolazioni da cui osserveremo lo sviluppo del turismo enogastronomico. L’obiettivo è comprendere una realtà complessa e in continua evoluzione guardando lontano, ma senza mai perdere di vista il percorso, il senso della misura e della concretezza nell’affrontare le sfide sempre più urgenti, sia per le aziende, sia per la governance dei territori.

LE “PROSPETTIVE” DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO

Secondo le previsioni pubblicate a marzo dall’Istituto Demoskopika, ad esempio, la crescita delle presenze si attesterà al 12,2% e l’effetto traino sulla spesa turistica sarà ancora maggiore con una crescita stimata del 22,8% rispetto al 2022 che, in valore assoluto, dovrebbe raggiungere la soglia degli 89 miliardi di euro. In questo ampio panorama, il cibo rappresenta oltre un terzo della spesa (fonte Coldiretti).
Da un’indagine ENIT emerge inoltre che il turismo enogastronomico è fra i pacchetti con maggiore appeal del mercato internazionale organizzato verso l’Italia. La regione più presente nelle offerte turistiche dedicate al food&wine è il Piemonte (offerta presente nel 58,3% dei T.O. intervistati), seguito da Campania e Toscana. I primi tre mercati esteri incoming sono Spagna (con il 33,3% dei T.O. spagnoli che propongono il nostro Paese), Norvegia (27,3%) e Germania (26,3%).
Scendendo nel dettaglio, per comprendere anche le azioni concrete più importanti da programmare, è molto utile il sondaggio tra gli operatori contenuto nell’Osservatorio del Turismo del Vino 2022 di Nomisma: se in Italia il principale punto di forza dell’enoturismo è la varietà dei vitigni e dei vini (97%), tra le aree di miglioramento viene indicata la formazione in ambito informatico (92%). Inoltre, tra le iniziative ritenute più utili allo sviluppo dell’enoturismo nel territorio, l’88% indica la promozione sui canali digitali e il 73% piattaforme digitali attraverso le quali raccontare e vendere i prodotti locali. Il programma del Forum è pensato per rispondere allo sviluppo proprio di queste competenze.

ORGANIZZAZIONE DEL FWTF 2023

Il Food&Wine Tourism Forum al castello di Grinzane Cavour sarà organizzato quest’anno su quattro sale per un totale di 21 appuntamenti che spazieranno dalla strategia all’operatività, dalle testimonianze internazionali al social media marketing, dalle più recenti ricerche alla didattica sui tools di promozione digitale. Il format sarà quello già sperimentato con successo nelle prime edizioni del Forum, con un approccio che unisce il sapere al saper fare, distinguendo momenti e obiettivi differenti ma complementari tra loro:

· una sezione Conference di ampio respiro con una serie di incontri per riflettere sul tema 2023 “Prospettive”. Gli incontri saranno orientati all’approccio strategico e arricchiti da dati di scenario e dagli stimoli di esperti e case history nazionali e internazionali.

· una sezione World Café più interattiva, impostata in forma di dialogo e scambio con gli speaker, pensata per approfondire alcune opportunità di sviluppo.

· una sezione Formazione chiamata Toolkit dedicata esclusivamente allo sviluppo delle competenze digitali. Sarà strutturata in lezioni molto concrete pensate per la promozione digitale degli operatori dell’accoglienza, della ristorazione, del mondo del vino e per chi vende experience (visite in cantina, degustazioni, bike tour, cheesetourism ecc.). Anche i Comuni e gli uffici turistici troveranno utili spunti per la promozione. Temi: social media, potenziamento dei canali digitali, social advertising, local strategy e mappe, email marketing. I formatori saranno docenti di fama italiana, specializzati sui relativi argomenti, tra cui Alessandra Farabegoli, Email marketing expert e cofounder di Palabra, Enrico Marchetto, Social Media Strategist e Co-Founder Noiza.com, e Luca Bove, Esperto di Google Business Profile &amp, Google Maps.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *