La Cechia ha recuperato i flussi del turismo pre covid. Lo scorso anno quasi 10 milioni di stranieri –pari al 43,3% del totale- sono stati accolti nel Paese. Sommandoli ai 12,5 milioni di vacanzieri cechi, il Paese ha calcolato oltre 22 milioni di turisti (+ 13,5% rispetto al 2022) per un totale di oltre 56 milioni di pernottamenti, con una media di 3,5 notti per soggiorno

L’Italia è al sesto posto per gli arrivi nel Paese. Sul podio, Germania, Slovacchia e Polonia, che per vicinanza geografica “giocano in casa”. L’Italia è però preceduta anche da Usa e Regno Unito. Dal Bel Paese nel 2023 sono arrivate in Cechia oltre 390 mila persone (+55%), per oltre un milione di presenze (+58%) con 3,67 notti in media. I periodi di maggiore picco sono coincisi con la primavera, grazie alla ripresa del turismo scolastico, l’estate che ha fatto toccare livelli addirittura superiori al 2019 e ha visto gli italiani spingersi sempre più oltre Praga (che mantiene comunque ancora l’80% delle preferenze) e dicembre con il Natale, che ha totalizzato il dato-record di 150 mila presenze italiane.
“La Repubblica Ceca si riafferma come destinazione turistica di primo piano per il mercato italiano, con un aumento significativo degli arrivi e delle presenze nel 2023 –afferma Lubos Rosenberg, direttore di CzechTourism Italia-. Il che ci è di ulteriore stimolo a proporre al viaggiatore italiano, anche al più esigente, sempre nuovi spunti, a partire da Praga con i suoi vibranti quartieri emergenti fino a itinerari storico-culturali inediti, passando per le esperienze attive”.

Unexpected Wellbeing: Cechia Spa diffusa per il corpo e l’anima

Ora che si è tornati alla normalità, riprendono le tendenze dell’ultimo periodo pre-pandemia e il turista in Cechia -anche l’italiano, per anni tanto affezionato ai tour classici- non si fossilizza più sulla sola capitale, ma mostra crescente interesse anche per il resto del territorio. Nella classifica generale di gradimento da parte degli stranieri, accanto a Praga –che sa sempre sorprendere, soprattutto grazie alle proposte vibranti dei quartieri emergenti e di tendenza- risultano gettonatissime nel 2023 la Moravia Meridionale -con il capoluogo Brno e i suoi paesaggi vitivinicoli punteggiati di gioielli architettonici e naturalistici- e la regione della rinomata località termale di Karlovy Vary, che sposa benessere, storia e tradizioni.
E allora perché, nel bienno a venire, non “esagerare”? Con lo slogan Unexpected Wellbeing (ovvero il benessere dove non te lo aspetti, fuori dalla Spa), per il 2024-2025 CzechTourism punta la campagna di comunicazione internazionale su un’immagine della Cechia come sconfinato centro benessere diffuso, dove tutto –dalla natura all’attività fisica, dalle atmosfere ai momenti conviviali- è terapeutico per il corpo e per l’anima.
Insomma, la vacanza che fa bene in un Paese dove si sta bene, forte di una lunga tradizione di sport e attività all’aria aperta e di un circuito termale noto in tutto il mondo e sotto tutela Unesco.

Gioco vincente non si cambia

Oltre ad aderire alla strategia e agli intenti dell’Ente turistico centrale, CzechTourism Italia continua comunque a consolidare i punti di forza individuati negli ultimi anni. Nel 2024, torna quindi sui prodotti emergenti e di nicchia. Per quanto concerne il turismo storico-culturale, si punta ulteriormente sulla Valle del Cristallo, itinerario sulle orme della storica e raffinata tradizione boema della lavorazione artigianale del vetro, recentemente entrata nella Lista Unesco del Patrimonio Culturale e Immateriale dell’Umanità. Non cala il sipario nemmeno sulle proposte esperienziali, in particolare quelle legate alla produzione della birra, tra tradizione, innovazione e vere e proprie unicità, come la cittadina di Zatec e il suo paesaggio di luppolo, da poco riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. New entry di grande appeal è quella ormai nota come “Loira boema”, ovvero il tour degli splendidi castelli lungo il fiume Orlice.
L’itinerario è stato scelto anche dalla sede centrale di Praga per il Travel Trade Day 2024, la tre-giorni di fine aprile dedicata al turismo incoming, che propone a buyer e giornalisti da vari Paesi (Italia compresa) workshop e tour.
Riflettori sempre ben puntati anche sul settore MICE, visto soprattutto che, stando all’International Congress and Convention Association (ICCA), la Repubblica Ceca è tra le destinazioni congressuali più popolari al mondo. Nel 2022 la Cechia ha conquistato il 20° posto e Praga addirittura il 5°.

I voli per la Cechia

Alla già ricca offerta su Praga operata da Ryanair (che collega alla capitale ben 11 città italiane), Easyjet, Eurowings, Smartwings, Wizz Air, nel 2024 si aggiungono i collegamenti Volotea da Verona e Firenze e il nuovo volo da Brindisi di Smartwings. Naturalmente, l’operativo estivo (con qualche intervento già da marzo) sarà ulteriormente potenziato con un aumento di rotte e di frequenze settimanali. Sospesi per l’inverno, stanno per tornare anche i collegamenti con Praga da Torino, Rimini e Pescara e il Milano Orio al
Serio-Brno, la città capoluogo della Moravia Meridionale che ben si presta per un tour nei dintorni ricco di storia, natura e borghi pittoreschi.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *