aeroporto tegel

L’aeroporto di Berlino Tegel, fino al 2020 principale scalo aereo della capitale tedesca, sta attraversando una significativa trasformazione, che verrà completata progressivamente nell’arco di 20-30 anni. Dopo la chiusura, che vede oggi i passeggeri arrivare comodamente nel nuovo aeroporto di Berlino Brandeburgo, l’area di Tegel è stata destinata da una parte a una riqualificazione come quartiere residenziale con circa 5000 appartamenti (Schumacher Quartier) e come parco per la ricerca e l’industria delle tecnologie urbane, l’Urban Tech Republic. Dall’altra la struttura aeroportuale con la torre di controllo è stata trasformata in un centro per eventi e attività culturali, utilizzando il vecchio nome e sigla dell’aeroporto: Berlin TXL. Questo sviluppo rappresenta un esempio interessante di archeologia urbana e di come le infrastrutture dismesse possano essere reinventate per servire nuovi scopi culturali e sociali.

Il piano di riconversione prevede la trasformazione di Tegel in un grande polo musicale, con un focus particolare sulla musica elettronica. Questa direzione segue la tradizione di Berlino nell’essere all’avanguardia nel campo musicale, in particolare nei generi techno e elettronici​​. La Clubcommission della capitale tedesca, associazione che rappresenta e difende gli interessi dei club berlinesi, ha avanzato la proposta di utilizzare l’aeroporto come sede per festival e per un nuovo complesso di club​​.

Inoltre l’area dell’aeroporto si presta bene per ospitare eventi open air. La torre di controllo e gli spazi architettonici unici di Tegel offrono opportunità interessanti per la creazione di ambienti unici per club e festival. Secondo il portavoce della Clubcommission, Lutz Leichsenring, e Hans Koopman, portavoce del progetto Tegel, i club rappresenterebbero un’integrazione perfetta al campus universitario e al parco tecnologico previsti nell’area, attirando principalmente un pubblico giovane​​. Oltre ai concerti il sito di Tegel è inoltre candidato a ospitare eventi e manifestazioni fieristiche.

Ecco alcuni degli ultimi eventi che si sono svolti a Tegel:

  1. GREENTECH FESTIVAL: si è tenuto dal 14 al 16 giugno 2023 con più di 160 espositori, 180 relatori e un programma diversificato, l’evento è stato il più grande festival della sostenibilità in Europa. Per tre giorni, 11.500 visitatori e partecipanti hanno vissuto l’esperienza di come start-up, aziende, attivisti ambientali, politici, ricercatori e CEO mirano a promuovere il cambiamento con tecnologie sostenibili. Il loro obiettivo è quello di utilizzare approcci innovativi nei settori dell’alimentazione, della mobilità, dell’energia e delle infrastrutture per affrontare una delle più grandi sfide della nostra generazione: il cambiamento climatico.
  2. Turbulence TXL: Il club Turbulence TXL ha inaugurato la sua attività nell’ex aeroporto di Tegel con l’evento “Lift Off”. Durante il weekend di inaugurazione, a settembre 2023, diversi artisti della scena musicale berlinese si sono esibiti, tra cui Mareena, Philipp Johan Thimm, Lisbird, Saraab, Zebra Katz e S Ruston. L’evento si è svolto nella mensa dell’ex aeroporto, con una capacità di 700 persone. Il club si propone di offrire serate di musica live, workshop e installazioni artistiche​​.
  3. Sonambiente Berlin TXL: Nel 2021 l’aeroporto di Tegel ha ospitato il festival “Sonambiente Berlin TXL”, che si è svolto dal 21 agosto al 5 settembre. Questo festival ha incluso composizioni audio, installazioni di realtà virtuale e performance sonore. L’installazione artistica sonora è stata curata da tre artisti internazionali, che hanno integrato le loro opere con il sistema audio originale di Tegel, utilizzando più di 1.000 altoparlanti​​​​​​​​.

Questi eventi rappresentano solo una parte di come l’ex aeroporto di Tegel si sta reinventando come uno spazio culturale e creativo, allineandosi con lo spirito innovativo e artistico di Berlino. Sul sito BerlinTXL.de sono elencate le planimetrie e le schede degli spazi per eventi disponibili, di seguito trovate quelle delle sale conferenze

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *