MSC Crociere ha annunciato di aver avviato un programma di vaccinazione COVID-19 per tutti i membri dell’equipaggio dell’intera flotta della compagnia. Si tratta di un ulteriore elemento cardine del protocollo di salute e sicurezza implementato dalla Compagnia che ha fatto scuola ne settore e ha consentito alla Compagnia di tornare a navigare in sicurezza già ad agosto 2020. Il programma ha preso avvio con la vaccinazione del Comandante di MSC Bellissima, il Capitano Giuseppe Maresca, e di tutto il suo equipaggio.
Nella fase iniziale, sarà data priorità agli equipaggi delle 10 navi che opereranno durante l’estate 2021 nel Mediterraneo e nel Nord Europa, a quelle che hanno in programma di tornare a navigare nei Caraibi (ad esclusione dei porti statunitensi) così come tutte le altre che si apprestano a ripartire. L’equipaggio dell’ammiraglia MSC Virtuosa sarà vaccinato prima del viaggio inaugurale previsto il 20 maggio attorno al Regno Unito con partenza da Southampton.
Il rigoroso piano di vaccinazione prevede che tutti i membri degli equipaggi di MSC Crociere a bordo delle navi operative, così come quelli delle navi che si preparano a ripartire in tutto il mondo, siano vaccinati contro il COVID-19. Il piano è stato sviluppato e sarà reso operativo con la collaborazione di numerose autorità nazionali, delle destinazioni e di enti del settore privato.
Gianni Onorato, CEO di MSC Crociere, ha dichiarato: “Mentre le nostre navi si preparano ad accogliere sempre più ospiti nelle prossime settimane e mesi, siamo lieti di annunciare l’inizio di un piano completo di vaccinazione per tutti i nostri equipaggi. Il nostro obiettivo è quello di aggiungere un ulteriore livello di protezione sia per loro che per gli ospiti che trascorreranno le loro vacanze a bordo delle nostre navi.
Il nostro protocollo di salute e sicurezza l’anno scorso ha funto da precursore per una ripartenza sicura della crocieristica a livello mondiale, allo stesso modo, il nostro programma di vaccinazione dimostra ulteriormente l’impegno della Compagnia per assicurare il benessere dei nostri equipaggi, dei nostri ospiti e delle comunità che le nostre navi visiteranno nei prossimi mesi”.

Condividi: