MSC World Europa

MSC Crociere nei mesi scorsi ha registrato un boom di richieste per le destinazioni La Valletta, Barcellona, Palma di Maiorca. Appena giù dal podio Marsiglia e Valencia. Richieste quindi trasformate in realtà, con le mete poste al centro della programmazione invernale in corso fino a fine marzo. Saranno oltre 12.000 i passeggeri movimentati tra Genova, La Spezia, Civitavecchia, Napoli, Livorno e Palermo tra Natale e Epifania a bordo di MSC Fantasia, World Europa e MSC Orchestra, MSC Poesia.

A fare il punto della situazione ci pensa il managing director di MSC Leonardo Massa nel consueto appuntamento degli auguri di fine anno con la stampa: “Il 2024 per noi è già iniziato da molto tempo, se si pensa che abbiamo già venduto il 40% di tutta la nostra offerta e stiamo pubblicando le offerte del 2025. Una nota molto positiva dell’anno che sta per chiudersi è stato il ritorno dell’advance booking dopo alcuni anni di sfiducia e nonostante le criticità in medio oriente e mar rosso che ci hanno portato a dover riporogrammare alcuni itinerari. Si conclude comunque un anno positivo che dovremmo chiudere a circa 1.100.000 passeggeri, superiore ai 900mila del 2019, e in cui l’80% del nostro venduto passa tramite le agenzie viaggi che si confermano il nostro canale privilegiato e tali penso resteranno anche nei prossimi anni”.

In cima alle preferenze degli italiani La Valletta, capitale di Malta. I maltesi adorano il Natale e fanno a gara per l’addobbo più bello, dunque strade, case, alberi e perfino le barche sono illuminate da tante luci colorate, mentre gli altoparlanti delle Chiese, nel giorno di Natale, trasmettono i tradizionali canti natalizi. Nelle oltre 460 Chiese tra Malta e Gozo è possibile assistere alle tradizioni folcloristiche legate a questo periodo dell’anno. Il rito religioso più caratteristico è quello tenuto la vigilia presso la Concattedrale di San Giovanni, a Valletta, con tradizionali canti intonati alla luce delle sole candele, creando uno spettacolo suggestivo. In generale durante tutto il periodo dell’Avvento, tutte le Chiese sono adornate di fiori, addobbi in rosso carminio e vengono realizzati presepi di ogni tipo, anche con animali veri. I Maltesi amano realizzare il proprio “presepju” nelle loro case, alcuni lo espongono direttamente alla loro finestra. E’ tradizione, si fa il giro dei presepi, ammirando quelli realizzati dagli artigiani locali. Anche quest’anno la novità principale riguardano il “Fairyland: Santa’s city”, il grande Valletta Christmas Village 2023 nella piazza all’ingresso della capitale maltese e il Christmas at the Aquarium presso il Malta National Aquarium con una serie di eventi a tema.

Segue Barcellona, per il clima mite e il gran fermento che la contraddistingue tutto l’anno. Qui il pattinaggio sul ghiaccio è un classico delle vacanze invernali, con una magica pista in Plaça Catalunya, all’aperto. Mentre tra i mercatini più famosi imperdibili spiccano quello centenario de la Fira de Santa Llúcia, situato nella piazza della Cattedrale e quello della Fira de Nadal de la Sagrada Família. Da tradizione è il 6 gennaio, il giorno dei Re Magi, la data in cui in Catalogna ci si scambia i regali. Mentre Natale e Santo Stefano sono dedicate a pranzi e cenoni. Tanti i concerti di musica classica e gospel in programma al Palau de la Música e al Gran Teatre del Liceu. La musica jazz è protagonista anche del Voll-Damm Barcelona, uno dei festival più apprezzati al mondo di questo genere musicale.

Sul podio anche PALMA di Maiorca altra regina dei presepi. Una serie di artistici modelli in scala posizionati in città sono così attrattivi che il tour per ammirarli tutti è diventato ormai una consuetudine. Fra questi il Presepe di Cort è uno dei più iconici della città, presso i locali del Municipio. Poi El Corte Inglés, nella Chiesa di Sant Roc, quello del Mercato di Santa Catalina e in ultimo nel Centro Culturale La Misericordia. Tanti i mercatini a partire da Plaça de Cort e Plaça del Mercat. Maiorca è uno dei due soli luoghi al mondo in cui si celebra la tradizione del Canto de la Sibila fra le più importanti di tutta la cultura spagnola, un dramma liturgico sul tema del giudizio finale che si svolge ininterrottamente dal Medioevo a oggi. Un’altra tradizione natalizia che si ripete ogni anno a Palma di Maiorca e che merita una visita è il concerto del coro della città nel Teatro Principal, in un misto di canzoni tradizionali spagnole, altri brani prettamente natalizi. La gastronomia natalizia delle Baleari offre L’huevo hilado, i frutti di mare in pastella, i galet ripieni, che sono in realtà una sorta di zuppa natalizia, il tacchino insieme al maialino da latte e i famosi turrones di Maiorca.

Natale in Provenza, con sbarco a Marsiglia, fa rima con Santon, piccole statuine di argilla presenti in ogni presepe e nei mercatini di Natale, come quello del Vieux-Port o Porto Vecchio, dove tra saponi e prodotti dell’artigianato locale spiccano i i turrones (torroni) e articoli che richiamano il legame che la città conserva con il Medio Oriente e il Nord Africa. Altra star dei mercatini marsigliesi è il Mercatino delle Allées de Meilhan, sulla via Canebière.

Infine Valencia, La Plaza del Ayuntamiento è il cuore pulsante dei festeggiamenti, con una pista di pattinaggio e una giostra presenti dal 24 novembre al 7 gennaio. Un trenino parte dalla piazza per esplorare le vie commerciali lungo quattro percorsi diversi ricchi di presepi artigianali, come quelli nella Sala dei Cristalli del Municipio e in Plaza de la Reina. I mercatini natalizi, come il Mercato Centrale e il Mercado de Colón, offrono esperienze culinarie uniche, spettacoli circense, e piatti artigianali. La stagione natalizia offre programmi musicali, teatrali e culturali. Dai musical ai concerti di Capodanno al Palacio de Congresos e al Palau de la Música, opzioni per tutti i gusti.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *