Forse a causa delle restrizioni degli ultimi due anni, gli italiani hanno dimostrato di volersi concedere più spesso giorni di vacanza durante i quali ‘staccare la spina’ e scappare dalla città. La conferma c’è stata in occasione del ponte di Ognissanti, che ha visto ben 10 milioni e 535 mila connazionali mettersi in viaggio. Le mete più gettonate sembrerebbero essere state proprio quelle più vicine, dato che 9 italiani su 10 sono rimasti nei confini nazionali e il 70% di questi nella propria regione[. A loro, si sono aggiunti i tanti stranieri che hanno scelto l’Italia, complici le temperature ancora miti, per il ponte di fine ottobre e che hanno fatto registrare il “sold out” in molte strutture delle principali città italiane come Venezia, Firenze e Napoli, ma anche in regioni come la Puglia, L’Abruzzo e l’Emilia-Romagna. Eppure, se da un lato la voglia di partire per una vacanza resta alta, dall’altro l’incertezza di una pandemia che non è totalmente alle spalle ridimensiona i programmi di tanti aspiranti viaggiatori, che non se la sentono di ‘rischiare’ prenotando voli o hotel.

In questo quadro, c’è una tendenza che va consolidandosi: quella degli affitti in ville, casali e tenute di pregio, che non sono più un “fenomeno” solo estivo, ma una soluzione che rimane d’appeal per tutto l’anno.
I dati dell’Osservatorio Emma Villas, leader italiano nel settore del vacation rental, che sono stati sviluppati analizzando le prenotazioni degli oltre 430 immobili gestiti in esclusiva tra ville e tenute di pregio nel nostro Paese e i circa 30.000 clienti italiani e internazionali ospitati nel corso della stagione, parlano chiaro:

L’Osservatorio ha registrato a ottobre anche per le prenotazioni di affitti brevi di ville e casali di pregio. Emma Villas, leader del settore, ha registrato un dato che supera del 130% le settimane prenotate a ottobre 2020 e del 140% quelle trascorse in villa dai clienti nell’ottobre del 2019 per un un totale di 340 settimane prenotate. Un trend positivo che non sembra accennare ad esaurirsi neanche a novembre – dato che le settimane prenotate in questo mese superano – anche se tuttora in corso – le prenotazioni di tutto novembre dello scorso anno e di due anni fa.

Le regioni più gettonate in autunno sono state: al primo posto, la Toscana, con 169 settimane prenotate nelle 214 ville dislocate sul suo territorio, seguita dalla Sicilia, che in 21 ville di pregio nei suoi confini ha registrato prenotazioni per 33 settimane. Al terzo posto, praticamente a pari merito per numero di settimane prenotate (23 contro 22) Puglia e Umbria.

E per trascorrere le festività natalizie (Capodanno incluso) ormai alle porte? Con la coda dell’emergenza sanitaria che torna a preoccupare quasi in tutta Europa, sembra consolidarsi il trend registrato in autunno: quello di affittare una villa o un casale di pregio in Italia con la famiglia, o magari in più famiglie. Già a metà novembre, infatti, le prenotazioni su Emma Villas per Natale 2021 e Capodanno hanno eguagliato quelle dei due anni precedenti. Lo storico degli ultimi tre anni, che va dal 2017 al 2019, mette sul podio delle regioni più scelte per trascorrere gli ultimi giorni dell’anno la Toscana (con 75 settimane prenotate), seguita dall’Umbria, con 48 settimane prenotate.

“La villa sta diventando sempre di più la destinazione, e non solo un bell’alloggio – spiega Giammarco Bisogno, Fondatore e CEO di Emma Villas srl. Si tratta di strutture caratterizzate da standard qualitativi alti, campi da tennis, aree benessere, sale hobby, a disposizione esclusiva del gruppo di ospiti e che consentono di accogliere famiglie o piccoli gruppi nella massima sicurezza e privacy. Ecco perché questo tipo di residenze sono sempre più scelte come luogo dove trascorrere le festività: offrono la possibilità di ospitare più di una famiglia, dato che le media di ospiti per ogni prenotazione è di circa 8 persone, e rappresenta una scelta d’elezione anche a causa delle incertezze legate alla pandemia da Covid-19. Ad ogni modo, speriamo che chi ha provato questa esperienza per la prima volta ne sia rimasto affascinato e che desideri ripeterla anche quando ci lasceremo alle spalle l’emergenza sanitaria”.

Come detto, a scegliere questa soluzione sono principalmente gruppi di amici, di coppie o famiglie numerose. Dall’Osservatorio Emma Villas emerge infatti che mediamente gli ospiti per ogni soggiorno sono 8,3. Il costo medio nazionale per l’affitto di una villa o tenuta di pregio con piscina privata by Emma Villas è di circa 5.755€ a prenotazione (3.949€ a settimana). Si tratta di costi da “spalmare” su permanenze piuttosto lunghe e tra più ospiti che, in media, si possono tradurre con una spesa orientativa di circa 70€ a persona a notte in dimore da “mille e una notte”. Se la media nazionale vuole che il soggiorno duri poco più di una settimana (1,3 settimane), ci sono alcune regioni come la Sardegna, il Lazio e le Marche che presentano indici di permanenza più alti. La prima, infatti, è scelta per 1,6 settimane, mentre Lazio e Marche per poco meno (1,5).

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *