Un progetto di interior design firmato Patricia Urquiola, architetto e designer tra i più rinomati al mondo, ha da poche settimane cambiato lo “skyline” della cittadina di Grado, meta balneare preferita dalla mitteleuropa.
Situato a 80 metri di distanza dal vicino Laguna Palace, del quale completerà l’offerta rivolgendosi ad una clientela adulta ed esclusiva, il Laguna Faro Suites si inserisce nel territorio con la volontà di recepire tutti i piccoli dettagli che lo rendono unico e straordinario.
Infatti, nell’intricato sistema di isole e canali naturali della laguna di Grado, l’acqua salmastra del mare si unisce alla terraferma, generando una commistione di colori che dalle tinte terrose sfuma verso l’azzurro, passando per le tonalità brillanti del verde.
Anima del progetto e ideatore della formula all suites hotel, adults only, butler service, ecc. Giuseppe Falconieri, esperto nella gestione strategica e operativa e nello start up e rilancio di strutture alberghiere, oltre ad essere il General Manager del Laguna Faro Suites, ne ha guidato la progettazione, il posizionamento, l’apertura e il lancio sul mercato.
Patricia Urquiola, che collabora con i più importanti brand internazionali e le cui opere sono esposte in musei come il MoMA di New York, il Museo delle Arti Decorative di Parigi e la Triennale di Milano, ne ha progettato gli interni dotando il Laguna Faro Suites di 34 suites disegnate con la volontà di ricreare un ambiente domestico dove gli ospiti si possano sentire a casa.

“Oltre agli elementi naturali del luogo abbiamo voluto inserire nel progetto anche la memoria del gesto dell’uomo che ha adattato le sue abitudini e tecnologie all’ambiente che lo circonda” – afferma Patricia Urquiola. È presente, infatti, un forte rimando all’utilizzo di corde, paglia, canne e legno, elementi che si ritrovano nelle tradizionali costruzioni chiamate Casoni, un tempo abitate dai pescatori lagunari, e che hanno guidato le scelte progettuali dell’architetto.

Gli arredi sono un mix sapiente tra pezzi custom-made come il letto, i comodini, la scrivania così come il vanity table e lo specchio nel bagno, accostati a pezzi disegnati per le aziende con cui l’architetto collabora da tempo: Moroso, Verywood, Agape e Gan.

Tutte le stanze hanno un ampio balcone che può essere vissuto grazie alla presenza di arredi che creano una zona living privata e intima.

Nella progettazione del Laguna Faro Suites, Patricia Urquiola ha voluto valorizzare la sua connessione con l’ambiente preesistente. “Il Genius Loci è un elemento chiave nei nostri progetti – sostiene la Urquiola – da qui i pattern usati nella hall e nelle aree comuni che rimandano alle ombre della sabbia bagnata dalle onde così come la presenza di elementi del mondo nautico, l’uso di determinati colori e materiali…”

I colori naturali della laguna di Grado ed elementi del mondo nautico si esprimono negli interni: un morbido verde menta per tende e arredi ricorda la vegetazione circostante, un rosso mattone per alcune rifiniture e dettagli come i pouf e un delicato tocco di rosa tenue sulle piastrelle dei bagni. Il tema nautico si esprime attraverso l’uso del legno sul pavimento che rimanda ai pavimenti delle barche e dalla costruzione dei comodini, due pali di legno che ricordano l’albero maestro di una barca su cui sono inseriti dei piani.

“Inoltre la laguna è presente ovunque grazie alle viste panoramiche, la luce invade le camere attraverso grandi vetrate creando nuances diverse date dal suo riflesso sui vari materiali durante le ore del giorno”– conclude la Urquiola.

Tutto rispecchia l’eleganza e il comfort del Laguna Faro Suites: dal bistrò che privilegia i prodotti italiani, alla piscina a sfioro sulla spettacolare terrazza panoramica, e, dalla SPA con sauna e bagno turco, all’area fitness con zona relax.

Gli ospiti di questa nuova struttura possono anche avvalersi dei servizi e delle proposte wellness ed enogastronomiche del vicino Laguna Palace Hotel, così come approfittare del comodo stabilimento privato Tivoli per le giornate al mare.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *