Ras Al Khaimah Tourism Development Authority annuncia di aver registrato il più alto numero di arrivi nell’Emirato della natura con oltre 1,13 milioni di visitatori nel 2022, segnando +15,6% rispetto al 2021. I risultati superano i livelli pre-pandemia e indicano la ripresa e la resilienza della destinazione in un anno particolarmente complesso.

Commentando l’ottima performance turistica dell’Emirato nel 2022, Raki Phillips, CEO di Ras Al Khaimah Tourism Development Authority, ha dichiarato: “Il 2022 è stato per noi un anno significativo. Dall’annuncio a gennaio del multimiliardario resort integrato Wynn – un progetto che inaugurerà una nuova era di sviluppo economico attraverso il turismo – all’ottenimento di due Guinness World Record per i fuochi d’artificio e lo spettacolo di droni di Capodanno, abbiamo dimostrato quanto Ras Al Khaimah sia una destinazione dinamica. Il nostro successo è stato guidato dalla nostra agilità e reattività e dal fatto che pensiamo come una comunità, modellando le nostre esperienze per attrarre visitatori e residenti. Con una ferma attenzione alla diversificazione, all’accessibilità e alla sostenibilità, siamo sulla buona strada per compiere passi ancora più grandi nel 2023”.

I notevoli risultati dell’intero anno fanno seguito alla forte performance di dicembre, in cui l’Emirato ha registrato il più alto afflusso di visitatori di sempre in un solo mese, con oltre 128.000 arrivi, pari a un aumento del 23% rispetto a dicembre 2021. Questo risultato è stato rafforzato dallo spettacolo di fuochi d’artificio e droni da record di Capodanno, che ha visto Ras Al Khaimah stabilire due GUINNESS WORLD RECORDS™ per il “maggior numero di multirotori/droni telecomandati che lanciano fuochi d’artificio simultaneamente” e per la “più grande frase aerea formata da multirotori/droni”. I festeggiamenti hanno attirato oltre 30.000 visitatori, con eventi pubblici e hotel da tutto esaurito rendendolo lo spettacolo più visto fino ad oggi.

Agenda sostenibile dal 2023 in poi

Con il suo nuovo approccio alla sostenibilità – Balanced Tourism – l’Emirato punta a diventare il leader regionale del turismo sostenibile entro il 2025, ponendo al centro dei suoi investimenti tutti gli aspetti della sostenibilità, dall’ambiente alla cultura, dalla conservazione alla vivibilità. A tal fine, l’ente del turismo intende assegnare a più di 20 aziende certificazioni turistiche nel primo anno, con l’obiettivo finale di ottenere nel 2023 il certificato di “Sustainable Tourism Destination” riconosciuto a livello internazionale. Promuovendo il benessere dei dipendenti, RAKTDA è stata nominata come uno dei 10 migliori luoghi di lavoro del Medio Oriente nel 2022 – l’ente governativo che ha ottenuto il posizionamento più elevato – nonché uno dei migliori luoghi di lavoro per le donne. RAKTDA ha inoltre introdotto RAKFAM, una serie di iniziative volte ad arricchire la connettività, la vita comunitaria e le strutture per i dipendenti del settore turistico dell’Emirato.

Turismo internazionale in crescita

Il 2022 ha visto anche un aumento del 40% dei visitatori internazionali, con Kazakistan, Russia, Regno Unito, Germania e Repubblica Ceca tra i mercati chiave. Questo risultato è stato ottenuto grazie a una serie di partnership con le compagnie aeree e i principali tour operator che hanno promosso i mercati emergenti e in crescita, organizzando oltre 90 eventi e roadshow in 24 mercati in tutto il mondo. Inoltre, nel 2022 Ras Al Khaimah ha accolto tre crociere di lusso con circa 2.500 persone tra passeggeri ed equipaggio. Concentrandosi sullo sviluppo del fiorente settore delle crociere, l’Emirato mira ad attrarre 50 scali di navi da crociera a stagione e oltre 10.000 passeggeri nei prossimi anni.

Potenziamento dell’offerta turistica e dell’ospitalità

Nel 2022 hanno aperto nuovi hotel e resort, registrando una crescita del 17% e oltre 8.000 unità. I brand Intercontinental Hotels Group (IHG), Mövenpick e Radisson hanno fatto il loro debutto nella destinazione con l’apertura dell’InterContinental Mina Al Arab, del Mövenpick Resort Al Marjan Island e del Radisson Resort Ras Al Khaimah Marjan Island. Con 19 strutture in fase di costruzione, tra cui marchi globali come Marriott, Millennium, Anantara e Sofitel, e 5.867 posti letto in cantiere nei prossimi anni, un aumento del 70% rispetto all’attuale inventario e uno dei tassi di sviluppo più alti degli EAU, la visione turistica di Ras Al Khaimah continua a guadagnare slancio. Un’aggiunta importante sarà lo sviluppo di un resort integrato multimiliardario con Wynn Resorts nel 2026, annunciato all’inizio dello scorso anno. Il resort integrato rappresenta il più grande investimento diretto estero a Ras Al Khaimah e comprenderà oltre 1.000 camere, negozi, strutture per riunioni e convegni, spa, più di 10 ristoranti e lounge, un’ampia scelta di intrattenimento e un’area per il gaming. Un altro risultato importante dello scorso anno è stata l’inclusione di Ras Al Khaimah nella classifica World’s Greatest Places of 2022 del Time – un selezione molto ambita di 50 destinazioni globali da visitare assolutamente – come riconoscimento per la sua offerta all’insegna dell’avventura e per la topografia e geo-diversità unica nel suo genere. Per rafforzare ulteriormente il posizionamento naturalistico dell’Emirato e attrarre visitatori internazionali e nazionali, RAKTDA ha realizzato nuove attrazioni sostenibili, tra cui lo Jais Sledder, la pista da slittino più lunga della regione, che ha accolto oltre 100.000 visitatori dall’apertura a febbraio.

Rafforzare la posizione di Ras Al Khaimah come hub per eventi di livello mondiale

La posizione leader dell’Emirato come destinazione sportiva si è rafforzata nel 2022 grazie all’organizzazione di oltre 50 eventi. Tra quelli più importanti figurano la 15ª Mezza Maratona di RAK, il 23° rally annuale Gumball 3000, il primo percorso in Medio Oriente per il rally di supercar di fama mondiale, l’UAE Tour di ciclismo e il campionato di golf DP World Tour. Ras Al Khaimah si è anche aggiudicata l’organizzazione della Coppa del Mondo di Minifootball del 2023, battendo Budapest e Manila e aggiungendo la mega competizione calcistica internazionale al suo crescente palmarès. Inoltre, l’Emirato ha ospitato numerosi eventi e conferenze, tra cui l’Arab Aviation Summit per il secondo anno consecutivo e il primo summit annuale della Pacific Asia Travel Association in Medio Oriente. Si è inoltre assicurato una partnership triennale con il Global Citizen Forum per ospitare il suo prestigioso summit annuale.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *