Il 1° maggio, MSC Seaside è ripartita da Genova per la sua prima crociera post-lockdown e si aggiunge a MSC Grandiosa, tornata operativa il 16 agosto 2020 e attualmente in navigazione. La nave accoglierà gli ospiti a bordo per crociere settimanali di 7 notti nel Mediterraneo occidentale, con un itinerario che prevede le destinazioni inedite di Siracusa e Taranto, oltre agli scali di La Valletta (Malta) e Civitavecchia. Si tratta della seconda di 10 navi di MSC Crociere che rientreranno in servizio quest’estate in Mediterraneo e Nord Europa.
Tra queste, a partire dal 1° agosto, ci sarà anche la futura ammiraglia MSC Seashore, che sarà impiegata per il suo viaggio inaugurale offrendo crociere di 7 notti con scalo nei porti italiani di Genova, Napoli e Messina, oltre a La Valletta a Malta, Barcellona in Spagna e Marsiglia in Francia.

L’itinerario di MSC Seaside prevede ben due tappe inedite per MSC Crociere, Siracusa e Taranto, inserite per la prima volta nella programmazione della Compagnia, con un’offerta di escursioni a terra protette che consentiranno agli ospiti di scoprire i luoghi più suggestivi di queste zone.

A Siracusa sarà possibile visitare il famoso teatro greco, il più grande mai costruito in Sicilia e uno dei più grandi del mondo greco, o immergersi nella splendida campagna e nelle città barocche che fanno da sfondo alla serie del commissario Montalbano.

La città di Taranto sarà invece la meta preferita per coloro che cercano una vacanza all’insegna del relax, o di chi vuole visitare importanti centri di grande interesse culturale. La città vecchia di Taranto, piena di fascino con i suoi vicoli tortuosi e decine di chiese e palazzi, e il Museo Archeologico Nazionale di Taranto (MArTA), sono perfette per chi vuole scoprire le origini e la cultura del Sud Italia. Oltre alla gamma di escursioni protette, MSC Crociere introdurrà da giugno una speciale esperienza di spiaggia privata a Taranto, in esclusiva per gli ospiti di MSC Seaside. Gli ospiti della nave potranno rilassarsi sulla spiaggia di sabbia accanto alle acque cristalline del Mar Ionio.

Il piano di sviluppo culturale di Taranto

“Varie sono le progettualità e una buona economia alternativa con un modello di sviluppo sostenibile è il progetto che Taranto sta rincorrendo da tempo. Fare sistema e offrire servizio di organizzazione e di accoglienza standard di qualità con MSC Crociere, player del mercato mondiale che ha investito per primo nel sistema “bolla sociale” a bordo, è l’impegno dell’amministrazione. La città si sta preparando con la sua offerta turistica, ad accogliere i crocieristi: noi crediamo nella ricaduta positiva e che questo possa essere un driver molto significativo, non soltanto per il portuale ma per l’intera comunità. La programmazione degli interventi e attività è incentrata sul processo partecipativo di un grande piano strategico comunale di transizione ecologica economica ed energetica. Uno degli assi di questo piano strategico riguardava proprio la diversificazione produttiva e, in particolar modo, un ritorno anche identitario, alle nostre radici, che sono radici marittime” dichiara il Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci e aggiunge: “Mi piace molto la definizione di turismo esperienziale, di turismo slow e, lo stiamo facendo già da qualche tempo, non soltanto per nobilitare l’immagine e le prospettive di questo territorio che offre tantissimo ma, soprattutto, per andare in una direzione nuova. Noi crediamo che il Covid-19, in qualche maniera, stia impattando sul mutamento degli stili di vita e stia richiedendo un ripensamento dei modelli economici e probabilmente stia modificando anche le priorità, le aspettative e i desideri dei turisti dei visitatori del mercato Puglia-Salento. Taranto, in particolare, da questo punto di vista, credo che si inserisca bene in questa traiettoria, per uno sviluppo sostenibile e dolce, anche nei confronti di turisti che, molte volte, non sono italiani e quindi si aspettano di vivere l’esperienza che caratterizza il territorio del Sud dell’Italia come enogastronomia legata alla storia (nostra) e vivere una esperienza emotiva. Siamo convinti che sia questa la strada da percorrere per il rilancio dell’immagine della città nota come sito della monocultura siderurgica. Tra l’altro, quest’anno consideriamo che tra MSC e altre iniziative, in corso di programmazione, Taranto potrebbe accogliere ancora quasi 150 mila visitatori, ovvero un numero assolutamente inedito, un numero assolutamente positivo, nonostante le difficoltà che stiamo vivendo e su questi numeri, su questa traiettoria, insieme autorità di sistema portuale, stiamo costruendo un grande percorso di investimenti”.

La safety control della ‘social bubble’ e la scelta dello scalo tarantino per MSC Crociere

“Nel corso di questi nove mesi, al quarto giorno di navigazione, quando facciamo il terzo tampone, si sono riscontrati anche casi di positività sviluppate. È follia raccontare di qualcosa 100% libera dal Covid-19.  La forza del protocollo che abbiamo applicato è la capacità di gestione di queste positività: cioè, il tracciamento e il fatto di poter mettere in sicurezza le persone, avendo anche disponibile sulla nave spazi per l’isolamento e protocolli sanitari già previsti da attuare. Tra gli ospiti che ci abbiano contattato a distanza di 7-10 giorni, tornati dalla nave, non mi risultano casi ma a quel punto sarebbe anche estremamente difficile la tracciabilità” spiega Leonardo Massa – Managing Director MSC Crociere e continua: ”Crediamo che questo possa essere l’inizio di un percorso. È una scommessa, come sempre, quando si fanno cose nuove e innovative. La Seaside che è il top di gamma è stata, immediatamente dopo la Grandiosa che sta navigando d’agosto, la prima scelta di MSC per l’estate 2021. Abbiamo deciso di puntare su Taranto. La nave sosterà dalle 9 alle 18 per visitare le bellezze del territorio tarantino. Vista la situazione pandemica e la difficoltà delle persone nel muoversi, tra differenti stati differenti e Nazioni. Anche i mercati internazionali hanno apprezzato questa scelta che chiaramente misureremo nel corso delle settimane e dei mesi. Siamo carichi di ottimismo e determinazione pensando che possa essere realmente una bella e nuova novità”.

Il design della MSC Seaside

MSC Seaside presenta un design innovativo che combina aree interne ed esterne per avvicinare il più possibile gli ospiti al mare e dispone di ampi spazi all’aria aperta grazie al ponte esterno e alle piscine. Sul ponte 8 è infatti presente una lunga promenade che fiancheggia tutta la nave ed è ricca di aree per mangiare, fare l’aperitivo, shopping, prendere il sole o un bagno in piscina. La nave dispone dell’MSC Yacht Club per coloro che cercano esclusività e privacy e un servizio maggiordomo 24/7. Questa nave è specificamente progettata per godere del clima caldo dell’estate nel Mediterraneo.

Condividi: