Didascalia foto. Da sinistra a destra: Piero Righi - Direttore Generale del Genova City Airport, Mauro Bolla - Country Manager di Ryanair per l'Italia, Maurizio Caviglia - Segretario Generale della Camera di Commercio di Genova.

Ryanair ha lanciato il proprio operativo invernale da e per Genova con 5 nuove rotte su 13 in totale, verso destinazioni come Dublino, Vienna, Manchester, Cagliari e Lamezia. L’operativo invernale migliora significativamente la connettività della Liguria, offrendo al contempo oltre il 400% di posti in più rispetto all’operativo invernale pre-covid 2019, e offrendo oltre 500 posti di lavoro nell’aviazione altamente retribuiti. Ryanair opererà circa 60 voli settimanali per l’inverno ’22.

Il Direttore Generale del Genova City Airport, Piero Righi, ha dichiarato: “Con questo operativo invernale, Ryanair dimostra di credere nel nostro territorio e prosegue il suo percorso di crescita sullo scalo, avviato nei mesi scorsi. Ricordo che nelle stagioni invernali pre-Covid la compagnia operava 2 rotte, contro le 13 che saranno attive tra ottobre 2022 e marzo 2023. Questi collegamenti consentiranno ai liguri di volare verso mete di grande interesse turistico e di business, ma anche a tanti viaggiatori italiani e stranieri di visitare la Liguria contribuendo in maniera significativa all’economia della nostra regione anche in un’ottica di destagionalizzazione del turismo. Siamo grati a Ryanair per l’importante segnale di fiducia nei confronti del nostro territorio e continueremo a lavorare con la compagnia aerea e le Istituzioni locali per proseguire secondo questa strategia. Siamo convinti che il nostro mercato abbia i numeri per uno sviluppo ancora più significativo di quello già avviato e di cui oggi vediamo i risultati”.

Il Segretario Generale della Camera di Commercio di Genova, Maurizio Caviglia, ha aggiunto: “Ryanair è stato un partner fondamentale nell’azione di rilancio dei collegamenti dell’Aeroporto di Genova all’indomani della pandemia. Nell’autunno dell’anno scorso, grazie all’ottima collaborazione fra le Camere di Commercio liguri, ci siamo messi al lavoro con i Tavoli dell’imposta di soggiorno di Genova, Savona e del Tigullio e abbiamo costruito un piano di rilancio dei collegamenti internazionali che mettesse al primo posto l’esigenza di far ripartire il turismo straniero in Liguria. I Tavoli hanno impiegato risorse dell’imposta di soggiorno per finanziare attività di comunicazione nelle nuove destinazioni, Ryanair è stato al nostro fianco e la voglia di viaggiare degli Europei dopo due anni di pandemia ha fatto il resto”.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *