Aggiornamento 16 giugno 2021: l’ordinanza del Governatore Solinas che istituiva il portale Sardegna Sicura non è stata rinnovata per cui per l’ingresso in Sardegna non è più necessario registrarsi sul sito predisposto o sull’app Sardegna Sicura per l’ingresso sull’isola. Per chi torna dall’estero è invece necessario compilare il modulo plf per rientrare in Italia

Per andare in Sardegna serve il tampone?

E’ caduto anche l’obbligo di avere un tampone negativo se non si è vaccinati/guariti dal covid-19 per chi arriva da altre regioni Italiane. In questo caso non è quindi necessario un tampone per chi arriva in Sardegna. Diverso è invece il caso per chi arriva dall’estero: è necessario il green pass europeo, per cui chi non è vaccinato o guarito dovrà fare il tampone.

Aggiornamento 29 maggio 2021: il governatore sardo Solinas ha prorogato per altre due settimane le ordinanze che definiscono gli obblighi per chi arriva in Sardegna, anche per turismo. Ecco quindi cosa serve per andare in Sardegna: fino al 15 giugno 2021 l’ingresso, anche in zona gialla o bianca, sarà possibile solo previa registrazione al sito o sull’app della Regione a questo link. In alternativa potete cercare su iOS o Android l’app Sardegna Sicura che permette di compilare lo stesso modulo. Obbligatorio avere, in alternativa, o un certificato di avvenuta vaccinazione (inoculazione di entrambe le dosi) o di esito negativo al tampone rino-faringeo o tampone antigenico, eseguito non oltre 48 ore dalla partenza. Se si è sprovvisti di tampone o vaccino, le alternative sono le seguenti:
1) fare gratuitamente il tampone antigenico nei porti e aeroporti di arrivo in Sardegna. In questo caso, dopo 5 giorni é richiesto un secondo tampone antigenico da effettuarsi presso una struttura accreditata.
2) fare un tampone molecolare PCR a proprie spese entro 48h dall’arrivo in Sardegna presso una struttura accreditata.
3) porsi obbligatoriamente in isolamento fiduciario di 10 giorni facendo comunicazione al proprio medico di base oppure per i non-residenti all’ATS al numero verde: 800 311 37

Articolo precedente
La nuova ordinanza della Regione Sardegna dell’11 settembre 2020 prevede che i passeggeri che intendano fare ingresso nel territorio regionale, sono invitate a presentare all’atto dell’imbarco e alternativamente:
a) l’esito di un test per covid-19 – sierologico (IgG e IgM) o molecolare (RNA) o Antigenico rapido – eseguito non oltre le 48 ore dalla partenza, che abbia dato esito negativo;
b) la ricevuta di avvenuta compilazione, nell’ambito delle procedure di registrazione online di cui all’art. 1 dell’Ordinanza, dell’apposita autocertificazione, ai sensi e per gli effetti di cui al DPR n. 445/2000, comprovante di essersi sottoposti, nelle 48 ore antecedenti all’ingresso nel territorio regionale, ad un test sierologico, molecolare o antigenico, il cui esito è risultato negativo.

Il modulo sarà da compilare ed inviare esclusivamente per via telematica attraverso il portale della Regione Sardegna o attraverso l’app Sardegna Sicura, disponibile per iOS e Android.

Scarica l’app per iOS (iPhone e iPad)

Scarica l’app per Android

Compila il modulo direttamente sul sito di Regione Sardegna

Ciascun passeggero in Sardegna dovrà poi presentare copia della ricevuta di avvenuta registrazione unitamente alla carta d’imbarco e ad un documento d’identità in corso di validità.

La compagnia aerea o marittima dovrà verificare preliminarmente all’imbarco, la ricevuta dell’avvenuta registrazione.

Qualora i passeggeri non abbiano potuto effettuare prima dell’imbarco il test e giungano sul territorio regionale sprovvisti delle anzidette certificazioni, l’Ordinanza prevede che glistessi possano mettersi in regola entro le 48 ore successive, secondo una delle seguenti modalità:
a) comunicando immediatamente il proprio arrivo all’azienda sanitaria competente ed accettando di sottoporsi a tampone, nelle more dell’esito del quale si impegnano ad osservare l’isolamento domiciliare fiduciario, che verrà meno solo all’atto dell’eventuale esito negativo dello stesso;
b) accettando di sottoporsi ad uno dei test effettuati direttamente presso le postazioni eventualmente allestite nei porti e negli aeroporti di arrivo;
c) effettuando un test presso le strutture o i punti di prelievo accreditati, di cui alla determinazione del DG Sanità n. 666 del 03/09/2020
d) effettuando un test sierologico, anche qualitativo, presso la struttura di destinazione il cui esito sia certificato da un medico abilitato e trasmettendolo alla direzione generale dell’Assessorato dell’igiene e sanità della Regione Sardegna.

Il costo sostenuto per l’effettuazione dei test sarà rimborsato dalla Regione autonoma della Sardegna dietro presentazione di regolare ricevuta, secondo termini e modalità definiti con deliberazione della Giunta regionale

Notate bene: ai sensi dell’articolo 12 della medesima Ordinanza, sono esclusi da tale obbligo:
a) le persone che viaggiano su navi e aerei per comprovati motivi di lavoro o di salute;
b) gli equipaggi dei mezzi di trasporto;
c) i soggetti appartenenti ad organi costituzionali o addetti a servizi pubblici essenziali nell’esercizio delle rispettive funzioni (sanitari, forze dell’ordine, forze armate);
d) i soggetti inquadrabili in tutte le altre ipotesi previste all’art. 6, commi 6 e 7 del DPCM 7 agosto 2020, in coerenza a quanto disposto dal comma 3 dell’art.1 del DPCM 7 settembre 2020.

Sono altresì esclusi dall’applicazione i minori di anni 10, nonché le persone in uscita dalla
Sardegna e che vi facciano rientro entro le 48 ore successive.




Condividi:
15 pensiero su “Sardegna Sicura, dal 16 giugno stop a modulo e tampone per gli arrivi dei turisti italiiani”
  1. Buon giorno io vorrei solo saper dove inviare l’autocertificazione ALLEGATO A avere una Mail chiara e se tutte le volte che mi sposto in Sardegna giornalmente per una gita ne devo compilare una 1. Grazie

  2. al momento è disponibile solo in italiano, immaginiamo arriverà un po’ prima del 25 giugno quando ripartono i voli internazionali

  3. Buongiorno.
    Ho provato a compilare la versione web ma pare che sia obbligatorio inserire l’indirizzo di residenza in Sardegna (io non sono residente, sono un turista).

  4. una volta registrati arriva la conferma di registrazione con un link per dichiarare lo stato di salute 48 ore prima della partenza ma il link del modulo non si trova

  5. nel link per dichiarare lo stato di salute 48 ore prima della partenza non c’è il modulo

  6. è sufficiente rispondere no in corrispondenza della casella “Residente in Sardegna” e inserire il proprio indirizzo di residenza

  7. sto ricevendo diversi commenti di questo tipo ma non riesco a comprendere il perché dato che il link è corretto e io vedo il modulo senza problemi: suggerisco di provare da un altro dispositivo o un browser differente

  8. Sull’app Sardegna Sicura ho già completato tutto ed ho già ricevuto il codice QR da presentare all’imbarco, ma non trovo l’autocertificazione nella quale attestare di essermi già sottoposto al tampone negativo.
    Potete aiutarmi? Grazie.

  9. Can someone send me a link for the „autocertificazione“? I made the corona test today, but the ferry will drive to sardgena on tuesday. Os the results wont be on time.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *