Pur in una fase di ristrutturazione del capitale sociale, TAP AIR Portugal continua ad espandere il suo network e per l’estate conferma il ritorno del volo da Napoli a Lisbona e un potenziamento delle rotte verso l’America Latina.
La compagnia aerea ha infatti nei mesi scorsi ridotto a zero il suo capitale sociale per coprire parzialmente le sue perdite, lo ha “ricostituito” con fondi statali e ha informato che riceverà più finanziamenti nei prossimi due anni per aumentare il suo capitale a 980 milioni di euro entro la fine del 2024, interamente sottoscritti dallo Stato portoghese attraverso la Direzione generale del Tesoro e delle finanze, unico azionista della compagnia aerea. La prima parte, di 294 milioni di euro, è già stata conferita e ce ne saranno altri due da 343 milioni di euro fino alla fine del 2023 e altri 343 milioni di euro fino al 20 dicembre 2024. Questa iniezione era già prevista nel piano di ristrutturazione della società, precedentemente approvato dalla Commissione Europea. Nel frattempo la compagnia aerea potrebbe, come ITA Airways, essere venduta parzialmente a una compagnia straniera nel corso del 2023

La Summer 2023 vede intanto TAP Air Portugal ripristinare i collegamenti da Napoli a Lisbona, incrementando anche del 20% la capacità rispetto alla scorsa estate grazie a un aeromobile Airbus più grande. A partire dal 26 marzo saranno infatti otto le frequenze settimanali offerte dal vettore in partenza dalla città partenopea.  Restano invariati gli altri operativi dall’Italia, con voli diretti per Lisbona da Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Venezia, Firenze e Bologna. 

Con la Summer 2023 aumentano anche diversi collegamenti intercontinentali. Durante l’alta stagione estiva, infatti, il vettore introdurrà 10 voli settimanali aggiuntivi da Lisbona verso cinque città nel Nord America, con Boston che passerà a due frequenze giornaliere, Miami e Washington a 10 e Chicago e San Francisco a cinque. TAP rafforza anche i voli verso il Brasile, con San Paolo che passerà a 20 frequenze settimanali, Belo Horizonte a sette, Brasilia e Salvador a sei e Belem a quattro. L’incremento delle frequenze verso le Americhe è in linea con la crescita della domanda e consolida ulteriormente i collegamenti con due dei mercati turistici più importanti per il vettore: Stati Uniti e Brasile. Anche gli orari dei voli sono stati modificati in modo da rendere le coincidenze più veloci e più accessibili per i clienti. Infine, il Venezuela beneficerà di un volo settimanale in più per Caracas, per un totale di tre voli settimanali. E oltre al ripristino di altre rotte stagionali, come Tangeri in Marocco, Faro avrà un volo in più al giorno (passando da tre a quattro) mentre Porto Santo, a Madeira, beneficerà nuovamente di una frequenza giornaliera.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *