Italia paese di esploratori: lo rivela l’ultima ricerca condotta dalla piattaforma Skyscanner, secondo cui 7 viaggiatori su 10 (72%) dichiarano di essere disposti a sostituire le proprie mete preferite con opzioni meno popolari per ottenere un risparmio economico, un fattore sempre più importante nell’organizzazione delle vacanze degli italiani. Cresce in parallelo il desiderio di destinazioni insolite e originali: nel 2022, solo il 41% dei viaggiatori intervistati nel mondo aveva dichiarato di voler esplorare nuovi luoghi piuttosto che ritornare nelle mete preferite di vacanza. Quest’anno, invece, su Skyscanner spiccano le ricerche verso destinazioni più “sottovalutate”, tra cui Hanoi (Vietnam) con un sorprendente +446% e Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti) con il +237%.

A ridosso dell’estate 2023, oltre la metà (52%) degli intervistati dichiarava di dover ancora prenotare le vacanze estive, e il 44% ammetteva di essere ancora indeciso sulla meta. Per il 63% dei viaggiatori italiani che preferiscono una vacanza diversa e più originale rispetto alle tipiche destinazioni estive (30%), una meta alternativa deve essere un luogo in cui rilassarsi, oltre che più economica rispetto alle solite opzioni di viaggio.

“I viaggi e più in generale la possibilità di godere delle proprie ferie restano un desiderio irrinunciabile degli italiani, ma siamo consapevoli che i mesi estivi possano rappresentare un periodo costoso per viaggiare”, dichiara Stefano Maglietta, Travel Insights Expert di Skyscanner. “È per questo che abbiamo deciso di dare risalto ad alcune località alternative ed inaspettate che i viaggiatori cercano. Non solo per scoprire bellezze che meritano valore e attenzione, ma anche per agire in un’ottica di risparmio economico. Abbiamo scoperto alcune destinazioni davvero imperdibili, ma ancora lontane, nell’immaginario, dalle classiche mete del turismo estivo: per esempio Deauville in Normandia, che conserva l’atmosfera delle spiagge e dell’alta società del secolo scorso, oppure El Hierro, l’isola delle Canarie che probabilmente non si sente spesso nominare, con il suo geo-parco patrimonio dell’UNESCO e i suoi paesaggi mozzafiato”.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *