AIM Group International realizza il primo congresso scientifico completamente virtuale

AIM Group International, società specializzata in congressi, meeting e comunicazione, indica la strada da percorrere per realizzare eventi già durante la crisi sanitaria da Covid-19 con il Meeting Mediterraneo AIOP, il primo congresso  di una società scientifica italiana completamente digitale.

La dodicesima edizione del congresso annuale organizzato dall’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica (AIOP), inizialmente prevista al Palacongressi di Riccione, è stato riprogrammato e verrà realizzato in versione completamente digitale dal 30 aprile al 2 maggio 2020, grazie alla collaborazione e partnership con AIM Group International, e con il supporto tecnico di Tecnoconference – TC Group.

Di fronte alla necessità di distanziamento sociale e all’impossibilità di realizzare in questa fase eventi residenziali, si è optato per realizzare un congresso completamente virtuale. I contenuti scientifici del congresso erano già definiti,  gli sponsor confermati, un buon numero di partecipanti già iscritti e la Società Scientifica AIOP era pronta all’innovazione e alla sperimentazione: è maturata così la decisione di intraprendere questa strada trasformando un evento che doveva realizzarsi dal vivo in un’esperienza digitale.

I delegati potranno infatti seguire da remoto le sessioni formative, collegandosi semplicemente online alla piattaforma “AIOP On Air” dal proprio pc, tablet o smartphone. Sarà possibile interagire con i relatori e confrontarsi con gli altri partecipanti tramite chat e sistemi di sondaggi, che aiuteranno a mantenere vivo l’interesse e la partecipazione del pubblico on-line, o si potrà consultare in un altro momento tutti gli eventi disponibili on-demand.

La “location virtuale” che ospiterà l’evento avrà un layout realistico e immersivo, riproducendo una sorta di studio televisivo virtuale, con diversi layout grafici a seconda delle varie tipologie di sessione, e i relatori, ben visibili, terranno  le loro presentazioni arricchite di slide e filmati e rispondendo in diretta alle domande. Tra i format proposti, anche un  talk show in cui si confronteranno sostenitori e detrattori di un argomento specifico di particolare interesse per gli odontoiatri, con il pubblico collegato in diretta online quale giudice d’eccezione.

La grande zona espositiva che avrebbe dovuto essere realizzata nel centro congressi dal vivo sarà riproposta grazie a un’esperienza digitale completa. Un’articolata area dedicata agli sponsor offrirà la possibilità di seguire percorsi tematici (live e on demand), consultare documenti e presentazioni aziendali, ma anche svolgere incontri one-to-one con gli espositori o anche one-to-many. L’esperienza offerta ai partecipanti nell’area sponsor sarà particolarmente ricca e diversificata con ben tredici modalità diverse di interazione suddivise nelle tre macro-categorie Branding, Contenuti Video e Meet the sponsor. 

Tutti i contenuti dell’evento live saranno poi disponibili on demand per un anno e ricercabili con un motore di ricerca interno per Speaker, Keywords, Tag o Topic, creando percorsi tematici personalizzati.

«Sono convinto che questo evento, nato indubbiamente dall’emergenza Covid-19, trasformerà un limite in opportunità spalancando nuovi orizzonti anche per il periodo in cui l’emergenza sarà terminata», spiega Carlo Poggio, presidente di AIOP.

«Siamo molto felici che AIOP abbia deciso di intraprendere insieme un percorso innovativo, riprogrammando in poche settimane l’intero evento – spiega Rosangela Quieti, managing director Congress Department AIM Group International –. In questo momento come professionisti degli eventi sappiamo che dobbiamo mettere a frutto la nostra conoscenza approfondita delle esigenze delle società scientifiche e delle aziende e delle dinamiche di apprendimento per realizzare eventi efficaci in modalità virtuale. Le avanzate tecnologie a disposizione ci consentono di creare percorsi formativi ed esperienziali di semplice fruizione, ma anche accattivanti e interattivi che tengano alta l’attenzione e facilitino lo scambio di conoscenze tipico degli eventi residenziali».

Patrizia Semprebene Buongiorno

«Siamo convinti che il distanziamento sociale imposto dalla crisi sanitaria non faccia venire meno l’esigenza di incontrarsi tra persone, aziende ed associazioni, e anzi anche oggi crediamo fortemente nel potere degli eventi, dove le persone interagiscono, collaborano, imparano, costruiscono relazioni – afferma Patrizia Semprebene Buongiorno, vice-presidente di AIM Group International –. In questa fase l’organizzazione di un evento può accadere solo a distanza ma la migrazione digitale degli eventi è solo un tassello di una trasformazione più ampia che, cominciata ora per una causa specifica, è destinata a consolidarsi. Con grande rapidità, in AIM Group abbiamo creato team inter-funzionali mettendo a disposizione il nostro know-how per supportare al meglio i nostri clienti generando idee per creare nuove esperienze e lavorare sui contenuti in modo più interattivo».

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *