Scossone negli equilibri del Business Travel: nei giorni scorsi American Express ha avanzato un’offerta per l’acquisizione di Egencia, la divisione business travel del gruppo Expedia. Come parte della transazione Expedia diventerà azionista di Amex in un’ottica di accordo commerciale di lungo termine. L’offerta, di cui non sono note le cifre, è ora al vaglio delle rappresentanze dei lavoratori di Expedia ed Egencia e dovrà probabilmente passare anche dal via libera dell’Antitrust americano.
L’acquisizione andrebbe infatti a consolidare la leadership di American Express tra le TMC: fondata nel 2004 all’interno di Expedia e ribrandizzata Egencia nel 2008, la società è considerata la quarta tra le grandi Travel management company dopo la stessa Amex, BCD Travel e CWT.

Paul Abbott, CEO di Amex GBT ha dichiarato: “La nostra strategia è quella di fornire a ogni segmento di clientela la migliore soluzione e siamo felici di accogliere la piattaforma leader del business travel sul canale digitale. Egencia sarà rafforzata dalla tecnologia complementare di GBT e questo creerà nuove oppoortunità per le imprese”
La notizia arriva pochi giorni dopo l’annuncio del riposizionamento del brand Expedia da piattaforma verso un modello di consulenza di viaggio online, ma molto più leisure, a quanto pare.

Condividi: