La 125ª edizione di Fieracavalli, salone internazionale dedicato al mondo equestre, ha concluso oggi con un trionfo di partecipazione, attirando oltre 140mila visitatori provenienti da 60 nazioni diverse. L’evento, che si è svolto presso la Fiera di Verona per quattro giornate, ha confermato il notevole successo ottenuto nella sua precedente edizione in termini di pubblico.
Il presidente di Veronafiere, Federico Bricolo, ha commentato il risultato, sottolineando l’impegno e il lavoro di squadra che hanno contribuito al successo dell’evento. Bricolo ha espresso gratitudine a tutte le figure chiave che hanno supportato Fieracavalli, tra cui istituzioni, associazioni, imprese e appassionati, sottolineando il ruolo fondamentale che questi ultimi giocano nella realizzazione della manifestazione.

La manifestazione ha consolidato il suo ruolo di guida nella community equestre nazionale, attirando l’attenzione di quattro ministri: Agricoltura, Turismo, Sport e Disabilità. La presenza di 2.500 cavalli appartenenti a 60 razze, tra cui la leggenda del trotto mondiale Varenne, ha arricchito l’offerta, mentre la finale della Longines FEI Jumping World Cup™ ha visto la vittoria del britannico Ben Maher.

Con la partecipazione di 700 aziende espositrici provenienti da 25 paesi e 35 associazioni allevatoriali, Fieracavalli si conferma come un importante punto di incontro internazionale per il settore. Il CEO di Veronafiere, Maurizio Danese, ha evidenziato l’unicità del format che coniuga business, spettacolo, sport, allevamento e aspetti sociali.

L’edizione 2023 ha introdotto innovazioni, tra cui il progetto Horse Safety System per la sicurezza e il benessere animale, e il potenziamento dell’offerta legata all’equiturismo con il debutto del Salone del turismo rurale e dei prodotti tipici. La ristrutturazione del layout del quartiere, con la creazione dell’Horse Safety Loop, ha integrato gli spazi dedicati alla movimentazione dei cavalli con quelli per i visitatori, garantendo l’animal well-being.

La sfida sociale è stata altrettanto rilevante, con la partecipazione diretta di oltre 20 associazioni del terzo settore e il sostegno al progetto di ippoterapia “Riding The Blue”. Le serate del Gala d’Oro Arté hanno affrontato tematiche importanti come la violenza sulle donne, l’inclusione lavorativa delle persone affette dalla sindrome di Down e l’iniziativa Ri.Abilitiamoci dedicata ai bambini oncologici. Fieracavalli 2023 ha dimostrato di essere non solo un evento di successo commerciale, ma anche un catalizzatore per la sensibilizzazione e l’azione sociale.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *