È un tema caldo di questi ultimi mesi l’entrata in vigore della Direttiva Bolkenstein, che ha l’obiettivo di favorire la libera circolazione dei servizi e l’abbattimento delle barriere fra i vari paesi e che prevede che tutte le concessioni in scadenza negli spazi pubblici e aree demaniali vengano concesse solo con gare pubbliche, senza rinnovi automatici come sinora accaduto. Tra i vari requisiti enunciati dalla direttiva, viene dato ampio valore alle società con un know-how pregresso, che continuano a investire al fine di dare sempre maggior qualità al servizio offerto favorendo particolarmente innovazione, tecnologia, rispetto per l’ambiente e ogni altro possibile atto virtuoso volto a migliorare l’offerta dei servizi.

In uno scenario nel quale bisognerà fare sempre più i conti con gli impatti dei cambiamenti climatici e un turismo sempre più globalizzato e caratterizzato da nuovi bisogni e necessità delle persone, il patrimonio della costa e delle spiagge rappresenta un insieme di risorse che devono essere curate e valorizzate. Partendo dagli stabilimenti balneari e dai complessi turistici, si può iniziare ad andare verso una nuova direzione che riguardi l’innovazione dei servizi e delle esperienze fornite e che permetta di creare e accelerare progetti ambiziosi di stampo sociale e ambientale.
In questo contesto MBA, società di servizi e accoglienza turistica Veneta, si è affidata alla piattaforma di innovazione H-FARM per coinvolgere i giovani nel disegnare nuovi progetti dedicati allo sviluppo e all’innovazione delle aree balneari, della loro accessibilità e fruizione turistica, in un’ottica di sostenibilità sia per le persone che per il territorio. Nello specifico è stato organizzato l’H-ACK La Spiaggia del Futuro, in programma per l’11 Marzo, con l’obiettivo proprio di raccogliere le idee dei giovani su come gestire virtuosamente lidi e spiagge.

Durante la fase finale dell’evento saranno invitate a partecipare alla presentazione e alla premiazione dei progetti anche le istituzioni, per quello che potrebbe rappresentare un punto di partenza per la futura gestione dei lidi.

L’atto approvato dalla Commissione Europea nel 2006, “Rappresenta un tassello essenziale all’interno di una nuova filosofia qualitativa di gestione del turismo balneare. La nostra visione è quella di investire in formazione e comunicazione a 360° per soddisfare le necessità dei clienti. Proprio per questo promuoviamo un hackaton che coinvolga giovani appassionati e intraprendenti, e quale migliore cornice se non quella di H-FARM per portare avanti questa iniziativa?” dichiara il Dott. Iguadala Alessandro, Amministratore Unico del Gruppo Mareblu Adriatica.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *