L’Ente nazionale croato per il turismo ha portato all’attenzione della stampa di settore italiana la regione del Quarnaro (Kvarner), destinazione emergente per enogastronomia, spiagge, natura e percorsi ciclabili per oltre 3000 chilometri. Facilmente raggiungibile sia in auto che in treno, con arrivo nella stazione del suo capoluogo Rijeka, in passato città italiana sotto il nome di Fiume. Riparato da alte montagne, il Golfo del Quarnaro è apprezzato per il suo clima mite e le acque cobalto, offrendo molto più che spiagge. Città come Fiume e Opatija, con un’eredità dell’epoca asburgica, sono punti di partenza per esplorare i parchi naturali dell’Učka e del Risnjak. Le isole di Cres, Lošinj, Krk e Rab, con le loro cittadine portuali e coste incontaminate, arricchiscono ulteriormente l’offerta turistica, offrendo anche un’esperienza unica nella fauna selvatica

Viviana Vukelic, direttrice dell’Ente Croato per il turismo in Italia ha spiegato: “L’enogastronomia è uno dei punti di forza dell’offerta turistica croata con una grande varietà che va dai piatti di pesce tipici della tradizione mediterranea a piatti di carne tipici dell’entroterra. E per questo abbiamo deciso di presentare il Quarnaro attraverso il cibo. La Croazia nei primi 11 mesi dell’anno ha realizzato 20 milioni di arrivi e 106 milioni di pernottamenti, con aumento rispettivamente del 9 e del 3 per cento. Gli italiani hanno sfiorato il milione di arrivi e superato i 4 milioni di pernottamenti, anche essi in aumento rispetto all’anno scorso”.

Irena Persic Zivadinov, direttrice dell’Ente per il turismo della Regione del Quarnaro ha aggiunto: “La nostra offerta gastronomica è da sempre ricca e rinomata, e per questo ci siamo candidati al titolo di Regione Gastronomica Europea per il 2026 e oggi abbiamo deciso di presentarci ai media italiani attraverso i nostri piatti tradizionali, dagli scampi alla torta di Rab”.

Non a caso la regione del Kvarner ospita alcuni dei più prestigiosi e premiati ristoranti della Croazia, che valorizzano i prodotti locali. Tra le specialità da non perdere vi sono gli scampi del Quarnaro, noti per il loro colore rosso brillante, la conchiglia sottile e un sapore unico. Questi crostacei vivono esclusivamente nelle acque poco profonde di questa regione, rendendoli teneri e delicati.

Altri prodotti tipici includono la Skuta, una cagliata ricca di proteine e povera di grassi, consumata spesso come contorno nei piatti tipici dell’isola, e la torta di Rab, un dolce tradizionale le cui ricette sono tramandate oralmente da secoli. Per gli amanti del vino, il Quarnaro offre eccellenze come la Vrbnička žlahtina, un vino DOC di uva bianca autoctona, e il Sansigot, un vino rosso autoctono originario dell’isola di Susak. La Žlahtina è nota per il suo aroma delicato e sapore fresco, mentre il Sansigot si distingue per i suoi tannini delicati e una persistenza gustativa complessa e lunga, abbinandosi bene con carni, formaggi stagionati e cioccolato fondente

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *