Uno spazio espositivo che lascia il segno, quello della Regione Sardegna alla BIT 2024. Un paesaggio inteso nel suo senso più ampio: cultura, tradizione, cibo, mare ed entroterra sono stati messi in scena alla BIT 2024 come in un viaggio onirico tra frammenti di tessuti e ori, piante di alloro, sughero e corbezzolo, note di Cannonau e Cagnulari.
Ogni dettaglio è stato scelto con la massima cura presso lo stand realizzato in collaborazione con Unioncamere e Camera di commercio di Cagliari e che ha ospitato oltre 60 co-espositori. Le piante, le immagini del prezioso artigianato sardo e i video degli immensi panorami naturali hanno attirato e affascinato i numerosissimi visitatori – viaggiatori, media e operatori di settore – che da domenica 4 a martedì 6 hanno visitato l’Allianz MiCo in occasione di una delle fiere turistiche più importanti del panorama italiano.

Un vero e proprio bosco che cresce e si sviluppa su cumuli di corteccia e moquette dalle nuance del terreno sardo per un messaggio che va oltre la mera promozione turistica, toccando temi come la sensibilità ambientale e la protezione degli ecosistemi naturali. Grazie al sapiente uso della tecnologia, non esposta ma usata come parte integrante di un allestimento, lo spazio forniva una profondità di campo senza limiti regalando paesaggi e prospettive all’orizzonte come a voler superare i 1000 metri quadrati dello spazio fisico per aprirsi verso l’esterno. Questo, insieme ai fasci di luce a fare capolino tra gli alberi ricordando il caldo sole della Sardegna, sono riusciti a restituire l’accoglienza, la luce, e l’intimità di un viaggio in una delle regioni più spettacolari d’Italia, regalando ai visitatori della BIT 2024 una vera e propria esperienza sensoriale all’interno della fiera.

La presenza nella giornata di domenica dei musicisti Moses Concas, vincitore di Italia’s Got Talent 2016, Lucio Manca e Matteo Muscas ha contribuito a rappresentare questo connubio perfetto tra tradizione e innovazione: le note di strumenti tradizionali come l’armonica e il flauto sardo combinate ai ritmi moderni dell’elettronica e della beat box hanno animato lo stand con uno spettacolo innovativo e coinvolgente.

Non potevano mancare i sapori della Sardegna grazie alla presenza in loco di uno chef che, tramite 6 animazioni eno-gastronomiche guidate e 3 appuntamenti dedicati al gin tonic preparato con distillati sardi, ha raccontato alcune delle sub regioni meno conosciute e più incontaminate dell’isola: tutti gli appuntamenti hanno registrato il tutto esaurito con un totale di oltre 250 visitatori che hanno potuto gustare i sapori della Sardegna.

Grande partecipazione ed entusiasmo anche per la presentazione dell’evento Girotonno 2024, manifestazione dedicata al tonno rosso del Mediterraneo che si svolge a Carloforte, sull’Isola di San Pietro. La XX edizione, in programma dal 30 maggio al 2 giugno, è stata presentata in BIT domenica 5 febbraio dal carismatico conduttore Rai Federico Quaranta con la partecipazione di Stefano Rombi, sindaco di Carloforte e Marcello Orlando, organizzatore di Girotonno.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *