utu, travel fintech company che amplifica l’esperienza del tax-free shopping per i turisti extra UE, si espande ulteriormente nel mercato italiano e stringe una partnership con Coccinelle attraverso il lancio del suo ultimo prodotto, utu Privileges.

L’azienda consente ai turisti extra UE – in visita in Italia – di convertire il valore del loro rimborso IVA che riceveranno in aeroporto in un credito maggiorato sotto forma di voucher; tale credito maggiorato è spendibile per ulteriori acquisti presso i marchi aderenti, permettendo così di incrementare le vendite e reinvestire una parte di questi fondi all’interno dell’ecosistema italiano.
Fondata nel 2016 dal veterano dello shopping tax-free Asad Jumabhoy e Ameer Jumabhoy, utu ha fatto il suo ingresso sul mercato italiano con utu Privileges & Miles da settembre 2023, individuando un’opportunità all’interno del sistema del tax-free shopping: la somma dei rimborsi dell’IVA dei turisti internazionali lascia spesso il Paese insieme a loro al momento della partenza senza che venga reinvestita nell’economia locale.

E l’ampliamento della rete di partner di utu si muove in questa direzione; quelli in Italia, incluso il Retailer Coccinelle, ultima partnership della startup, hanno registrato un incremento nelle vendite grazie all’adozione della soluzione utu Privileges. Ulteriori dati evidenziano anche che i turisti tendono a spendere dal 40% al 60% in più del valore del Privilege ottenuto, confermando ulteriormente l’efficacia di utu nel potenziare le vendite per i retailer e le società partner.

Da gennaio a marzo 2023, l’Italia ha registrato un incremento dell’86% del turismo internazionale rispetto allo stesso periodo del 2022, raggiungendo i 15 milioni di visitatori. Questo dato rappresenta un aumento del 42,0% su base annua e segnala una ripresa dell’87,7% rispetto ai livelli pre-pandemia del 2019.

Nel corso del 2023, ai turisti in partenza sono stati concessi rimborsi IVA per un totale che si avvicina ai 700 milioni di euro, risorse che, una volta erogate, tendono inevitabilmente ad uscire dai confini nazionali. È in questo contesto che si inserisce uno dei principali obiettivi di utu: quella di reinvestire una quota di tali fondi nel tessuto commerciale locale, evitando che questi possano abbandonare il Paese. L’obiettivo è di canalizzare nuovamente queste risorse finanziarie nell’economia italiana, mantenendo così le spese dei turisti all’interno del sistema economico nazionale.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *