La Fondazione Italia Patria della Bellezza presenta il suo rinnovato programma di supporto concreto
e strategico per la valorizzazione della bellezza in Italia. Un impegno che prevede, dal 2021, il
sostegno di 4 progetti all’anno.

Con un’anticipazione per il 2020: si parte subito con i Lazzaretti Veneziani, luogo simbolo di bellezza
meno nota al grande pubblico, prezioso ambiente storico e naturale valorizzato da una comunità
attiva. Fu qui che gli italiani, primi al mondo, inventarono il concetto di quarantena.

In occasione della Giornate Europee del Patrimonio (26-27 settembre 2020), Italia Patria della Bellezza
presenta la nuova struttura e rilancia la sua rinnovata mission: comunicare e raccontare al mondo il
talento tutto italiano per la bellezza, nella sua accezione più ampia e universale, come parte
indissolubile della nostra identità.

Un’idea di bellezza irripetibile e plurale, fatta di cultura, turismo, storia, cura del paesaggio, creatività,
ricerca scientifica e tecnologica, produzione e progettualità, patrimonio agroalimentare e eccellenza
manifatturiera, intesa come il naturale elemento differenziante del nostro Paese: una vera e propria
risorsa strategica da cui ripartire.

Creata nel 2014, la Fondazione Italia Patria della Bellezza si presenta oggi alla guida di un team tutto
rinnovato, per colmare una carenza nella comunicazione strategica dei progetti culturali in Italia,
contando sull’esperienza pluriennale di Maurizio di Robilant, Fondatore e Presidente, e dei suoi soci.
A dirigere la Fondazione è stata chiamata Alessia del Corona Borgia, che ha selezionato un Advisory
Board di dieci esperti, tutti under 50, che arrivano da mondi ed esperienze diverse.

“Vogliamo occuparci in particolare dell”ultimo miglio’”, spiega Maurizio di Robilant, “destinando risorse per
sostenere realtà virtuose già esistenti, a cui manca però un ultimo step per essere competitive, quel tassello
fondamentale che riguarda comunicazione, branding e awareness: l’ultimo miglio prima della bellezza.”

Dopo una lunga fase di ascolto delle diverse voci del territorio e di messa a fuoco delle reali esigenze e
opportunità per un rilancio del talento italiano, la Fondazione ha portato avanti in questi mesi un
prezioso lavoro di scouting, per selezionare progetti e iniziative da attivare, valorizzare e sostenere

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *