In seguito all’approvazione delle linee guida per le vaccinazioni anti-covid in azienda, il Consiglio direttivo di ATR, l’associazione degli albergatori milanesi in seno a Confesercenti, sta definendo un accordo con CISOM, Corpo italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, per la somministrazione in tempi rapidi dei vaccini ai dipendenti degli hotel su base volontaria.
Spiega Rocco Salamone, presidente degli albergatori di ATR-Confesercenti: “Il nostro obiettivo è far diventare gli hotel milanesi covid-free per accelerare la ripartenza del turismo e comunicare che Milano è una destinazione sicura: per questo partiamo dalla protezione dei nostri dipendenti con un ruolo di contatto con il pubblico. Contiamo di riuscire a vaccinare una media di 7 dipendenti per ognuno dei nostri 150 hotel associati con l’obiettivo di avere oltre 1000 operatori del turismo immunizzati entro l’estate”.
L’accordo prevede l’impegno di ATR a raccogliere le adesioni alla campagna vaccinale fornendo a Regione Lombardia e alla ATS la richiesta per il numero di vaccini necessari, che sarà poi somministrato dagli operatori di CISOM .
Aggiunge Filippo Seccamani Mazzoli, albergatore e ispettore nazionale di Cisom: “Grazie a questo accordo possiamo dare il nostro contributo alla ripartenza di un turismo covid-free e far avvicinare la data della riapertura di tutte le attività. La vaccinazione dei dipendenti degli alberghi realizza il duplice obiettivo di concorrere ad accelerare la capacità vaccinale della Lombardia e a rendere, nel contempo, più sicuri i soggiorni in hotel”.

Condividi: