Il Gruppo Uvet in una conferenza stampa a Milano ha comunicato di aver chiuso il 2023 con un significativo incremento del giro d’affari, raggiungendo i 773 milioni di euro, rispetto ai 641 milioni del 2022, con un aumento del 20,5%. L’EBITDA è cresciuto del 117%, attestandosi a circa 17,7 milioni di euro. Questi risultati, record assoluto per l’azienda, sono frutto di una strategia mirata all’ottimizzazione dei costi e all’incremento degli investimenti nelle divisioni più strategiche e redditizie del Gruppo. Questi risultati non tengono conto ovviamente delle agenzie affiliate e della parte relativa a Blue Panorama.

Parallelamente ai risultati finanziari, Uvet ha avviato un importante processo di soft rebranding. Questo processo di rinnovamento stilistico e semplificazione mira a rendere immediatamente riconoscibili tutte le società appartenenti al Gruppo, attraverso l’adozione di loghi e nomi uniformati sotto il marchio “Uvet”. Tra i cambiamenti principali: UHC Uvet Hotel Company diventa UVET Hotels, Personal Travel Specialist diventa UVET Travel Designer, e CH, Retail e Viaggi e Turismo sono ora UVET Viaggi. Altre società seguono la stessa logica, come UVET Tripitaly, UVET Holidays, UVET Fleet, UVET Events e UVET Congress & Learning. Cambia anche il fond con l’utilizzo dell’Inter Bold.

Un’altra novità significativa per il Gruppo Uvet è l’ingresso di Damiano Sabatino come nuovo Chief Operations Officer. Sabatino, con una vasta esperienza ai vertici di aziende tecnologiche e del turismo, come Travelport, sarà responsabile dello sviluppo di progetti legati al turismo, alle nuove tecnologie e all’intelligenza artificiale. “Sono lieto di accogliere Damiano Sabatino nella famiglia Uvet”, ha dichiarato Luca Patanè, Presidente del Gruppo Uvet. “La sua esperienza e competenza saranno fondamentali per affrontare le nuove sfide e per continuare il percorso di innovazione e crescita del nostro Gruppo”.

Nel dettaglio delle performance delle singole divisioni, Uvet Global Business Travel, joint venture con American Express Global Business Travel, ha registrato una crescita del 19%, raggiungendo quasi 583 milioni di euro. Uvet Events ha visto un incremento del 16%, con un fatturato di 17 milioni di euro, grazie all’acquisizione di nuovi clienti nei settori beauty, spirits, automotive e finance. Uvet Hotels ha mantenuto un travel value di 12 milioni di euro e un EBITDA di 1,5 milioni, con l’aggiunta della Masseria Montelauro nel Salento al suo catalogo.

Questi risultati confermano la solidità e la leadership del Gruppo Uvet nella fornitura di servizi e soluzioni per ogni tipo di viaggio d’affari. “La crescita registrata nel 2023 è straordinaria e testimonia la corretta strategia e la perfetta attuazione del piano industriale”, ha concluso Patanè. “I primi indicatori economico-finanziari del 2024 confermano la tendenza positiva anche per l’anno in corso”.

Autore

  • Domenico Palladino

    Domenico Palladino è editore, consulente marketing e formatore nei settori del travel, della ristorazione e degli eventi. Dal 2019 è direttore editoriale di qualitytravel.it, web magazine trade della travel & event industry. Gestisce inoltre i progetti editoriali di extralberghiero.it, dedicato agli operatori degli affitti brevi e cicloturismo360.it, per gli amanti del turismo su due ruote. Ha pubblicato per Hoepli il manuale "Digital Marketing Extra Alberghiero". Laureato in economia aziendale in Bocconi, indirizzo web marketing, giornalista dal 2001, ha oltre 15 anni di esperienza nel travel. Dal 2009 al 2015 è stato web project manager del magazine TTG Italia e delle fiere del gruppo. Dal 2015 al 2019 è stato direttore editoriale di webitmag.it, online magazine di Fiera Milano Media dedicato a turismo e tecnologia.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *