Tempo di inaugurazione e di condividere i traguardi del marchio Belstay, che a quattro mesi dal soft opening ha superato gli obiettivi prefissati. Belstay Hotels è la nuova catena alberghiera a quattro stelle con quattro strutture (due a Milano, una a Roma e una a Venezia-Mestre), lanciata ad aprile e caratterizzata da standard di prodotto e servizio internazionali, design italiano fresco e moderno, comfort e convenienza, alle porte delle principali città d’arte italiane.

L’evento di inaugurazione si è svolto il 27 ottobre presso il Belstay Milano Assago dove, tutti gli attori che hanno reso possibile il progetto, insieme ad agenzie di viaggi, aziende e key accounts, sono stati invitati per brindare ad un concept che si preannuncia denso di successi. La serata, con Dj set e musica dal vivo, è stata caratterizzata anche da uno spettacolo dal vivo, una sfilata di abiti di Pier Prandini, l’esposizione di quadri firmati Emiliano Cavalli e l’estrazione di soggiorni premio nelle strutture della catena. Parte importante dell’evento è stata la ristorazione: oltre al buffet si sono degustate le specialità preparate dagli chef che, ispirati e coordinati dallo stellato Andrea Ribaldone, dirigono le cucine delle strutture Belstay.

Belstay Milano Assago sorge in prossimità della Tangenziale Ovest, a 15 minuti dai Navigli milanesi e a 20 dal polo fieristico Rho Fiera; durante l’estate l’hotel ha offerto agli ospiti la sua nuova formula di accoglienza, mixando funzionalità e design, facile accessibilità ed un elevatissimo rapporto qualità-prezzo. I clienti apprezzano il design contemporaneo, il comfort delle camere, i servizi e la qualità della cucina di SEGUIMI, il concept ristorativo presente in tutti i Belstay con menù firmato Andrea Ribaldone. La versatilità della struttura e la sua convenienza hanno convinto viaggiatori leisure, aziende e tour operator. La struttura di Assago nei mesi estivi di giugno, luglio e agosto ha complessivamente già superato il 60% di occupazione, con un +10% rispetto allo stesso periodo 2019. La clientela leisure ha rappresentato a luglio e agosto il 75% del totale mentre quella business ha prevalso a settembre col 55%. Questa inversione di tendenza prova la versatilità della struttura, che dimostra di attrarre tutti i segmenti di mercato.

«Il profondo intervento di restyling che abbiamo realizzato, unitamente al nuovo format che abbraccia esigenze sia business che leisure, ci hanno dato ragione. – commenta Roberto Di Tullio, AD di Belstay Hotels – Era una scommessa, seppur ponderata e pianificata nei dettagli. Abbiamo lavorato molto e ora siamo concentrati nel farci conoscere dal segmento MICE e Business Travel. Siamo rodati e ci proponiamo anche per organizzare eventi e cene di Natale delle aziende del territorio; comodamente raggiungibili, abbiamo spazi ampi e modulabili, adatti ad accogliere qualsiasi tipo di ospite».

Belstay Milano Assago è un hotel di categoria quattro stelle con 203 camere di cui 92 superior, 9 junior suite e 102 standard. Dispone di ristorante e bar, un centro congressi con sala conferenze con capienza massima di 240 persone, un auditorium da 60 posti e una sala polivalente che può ospitare fino a 120 persone. Il centro congressi e la sala polivalente sono direttamente collegati al ristorante e alla cucina, per garantire un efficiente servizio di banqueting. A disposizione anche un piano che ospita 10 salette meeting multifunzionali con luce naturale. Gli ospiti possono usufruire della palestra, una piscina rinnovata, aperta da giugno a settembre, con servizio bar, solarium con ombrelloni, lettini e teli.

Belstay Hotels è un marchio di Hotel OpCo, azienda operativa controllata da fondi gestiti da Blantyre Capital, società d’investimento con sede a Londra, che ha creduto nel progetto di rilancio delle strutture e sostiene l’espansione del marchio Belstay. A curare l’operazione, il piano industriale, la strategia operativa di sviluppo è Garnet Hospitality Partners.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *