“Non vedevamo l’ora di ripartire e di vedere una nave come Smeralda navigare”. Carlo Schiavon, Country manager Italia di Costa Crociere, non nasconde l’emozione e l’entusiasmo per la nuova ripartenza del settore crocieristico nell’insegna dei protocolli già collaudati in inverno, ma anche di una prudenza che non è mai troppa: su Costa Smeralda, prima nave di quattro a prendere il largo, è previsto tampone all’imbarco e a metà crociera, misurazione giornaliera della temperatura in appositi totem, igienizzazione delle mani in ogni angolo della nave, buffet abolito in favore del servizio al tavolo (a colazione, pranzo e cena), nonché uscite dalla nave solo con escursioni organizzate e mascherine negli spazi comuni al chiuso. Misure che garantiscono un’ampia sicurezza in vacanza e che nella prima settimana di navigazione hanno permesso immediatamente di individuare un positivo a bordo nel porto di Cagliari, subito sbarcato con immediata verifica dei contatti avuti in nave: grazie al tracciamento a tavola e durante gli eventi è infatti possibile risalire con precisione alle persone con cui si è entrati in contatto. Questo non basta ancora però per avere eventi aziendali a bordo: a fronte di diverse richeste ricevute Costa, in stretto rispetto delle ordinanza governative, ha dovuto rinviare al primo luglio le prime attività congressuali, mentre sono possibili le attività incentive, come quelle dei 2000 agenti di viaggio che saranno ospiti della nave nel mese di maggio: di questi 1200 fanno parte dei network di proprietà Welcome-Geo, mentre i restanti sono di altri network o indipendenti.

Gli eventi di intrattenimento a bordo invece procedono a gonfie vele, più brevi, ripetuti due volte al giorno e replicati sugli schermi a bordo per permettere a più persone possibili la visione. Due i luoghi deputati: il Colosseo che a regime potrebbe ospitare fino a 1250 persone sedute e lo Show Lounge Sanremo.

Il Colosseo di Costa Smeralda

Il Colosseo è un concentrato di tecnologia, sviluppato su tre ponti con 180 schermi led che consentono scenografie immersive a 360 gradi e una regia professionale. Il pavimento invece è una piattaforma girevole con tre livelli di elevazione in grado di portare in alto gli acrobati o di abbassarsi per far entrare elementi speciali in scena. Lo Show Lounge Sanremo viene invece utilizzato come palco per balli, quiz e scenografia, ma a regime avrò anche la funzione di disocoteca, in questa fase sospesa. Tutto il personale di bordo fa tamponi regolarmente e in servizio utilizza la mascherina. Unica eccezione alla mascherina è sul palco degli eventi, ma solo se le persone on stage sono una coppia anche nella vita di tutti i giorni, ci spiega il direttore di crociera Alejandro Gonzalez.

Lo Show Lounge Sanremo

“Il protocollo sarà in vigore per tutta l’estate e almeno fino a ottobre – spiega Daniel Caprile, direttore commerciale di Costa Crociere, – questo sta consentendo alle 5500 agenzie che collaborano con noi di tornare a vendere nonché intercettare nuovi target come quelli più giovani. Per questo saranno promossi investimenti sul digitale che si affiancheranno alla campagna promozionale televisiva e radiofonica”.

Daniel Caprile e Carlo Schiavon

A confermarci la ripresa del turismo lato agenzie anche un’agente di viaggio indipendente che abbiamo intervistato a bordo di Costa Smeralda, Giusy Pulvirenti di Sciality Viaggi: “Ho visto una grande ripartenza, mi aspettavo meno persone e mi ha fatto piacere invece vedere molti clienti a bordo, non solo agenti di viaggio. Magari servirà qualche mese per riprendere fiducia, ma sappiamo che è un target che continuuerà a vendere”

“Se prima eravamo campioni nel programmare a lungo termine, la pandemia ci ha insegnato a prendere decisioni rapide e programmare in sicurezza – ha aggiunto Carlo Schiavon – a maggio stiamo consentendo a gran parte dei nostri agenti selezionati di vivere il nuovo concetto di crociera ed essere poi in grado di trasmetterla al cliente. Abbiamo fatto il possibile per rendere la crociera sicura sacrificando meno possibile l’esperienza”.

E l’esperienza a bordo possiamo testimoniare sia di alto livello a partire dalla ristorazione. La mancanza del buffet non si fa sentire con un’ampia scelta che cambia ogni giorno, visionabile tramite QR Code, e che ogni sera propone anche tre piatti dello chef Bruno Barbieri ispirati alla tradizione del porto del giorno dopo. La cena ha un tavolo preassegnato mentre il pranzo è libero, pur con lo stesso menù per tutti. Fa eccezione il ristorante Il Rugantino che propone una cucina express per chi non vuole passare troppo tempo a tavola. Per l’intrattenimento ci sono piscine con acquascivoli e idromassaggi accessibili da un numero limitato di persone, animazione con giochi a quiz e attività sportive durante tutta la giornata, una sala giochi accessibile la sera e l’immancabile casinò. Una settimana che vola via veloce.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *