A tutti è capitato di avvertire quella sensazione di smarrimento: cerchi qualcosa in tasca e ti accorgi di averla lasciata sul sedile, proprio quando il taxi si fa sempre più piccolo in lontananza. Ma quali sono gli oggetti più dimenticati dai passeggeri nei taxi? Non possono mancare grandi classici come il cellulare e le chiavi, ma curiosamente tra gli oggetti abbandonati sul sedile ci sono anche una piscina gonfiabile e un contratto di lavoro. FREENOW, app della Mobilità, che ogni mese aiuta migliaia di passeggeri a ritrovare i propri effetti personali, presenta oggi la sua annuale analisi “Lost & Found”, che stila la classifica degli oggetti perduti, da quelli più comuni a quelli più strani.

Stando ai dati, i passeggeri di FREENOW in Francia, Grecia e Regno Unito sono i più distratti, mentre L’Italia si piazza al quarto posto nella classifica della smemoratezza. Al contrario, chiudono la lista gli utenti di Germania e Polonia, che si ricordano più spesso i propri effetti personali. Dublino si guadagna il primo posto come capitale europea più “smemorata”, seguita da Londra e Madrid.
Negli ultimi 12 mesi, dicembre è stato il mese in cui sono stati dimenticati il maggior numero di oggetti, con la gran parte dei reclami registrati proprio il lunedì mattina intorno alle 11.00. La tendenza degli oggetti smarriti è poi diminuita, con l’agosto 2023 che ha segnato il mese con il minor numero di oggetti lasciati nei taxi. Tra gli oggetti più comuni abbandonati nei taxi, in cima alla lista ci sono i cellulari, seguiti da borse, chiavi, e portafogli.
A volte gli utenti dimenticano oggetti insoliti e alcuni di essi sono davvero stravaganti. Nell’elenco di quelli più curiosi smarriti dagli utenti di FREENOW ci sono una piscina gonfiabile, l’ecografia di un bambino, un contratto di lavoro, una ferita finta (insieme ad un tubetto di colla) ed extension per capelli.
Per ricongiungere un numero ancora maggiore di oggetti ai loro proprietari, FREENOW ha stretto una partnership con NotLost. Si tratta di un software di reclamo avanzato che permette di accelerare i tempi di risposta e di semplificare l’esperienza dei passeggeri e degli autisti. Gli utenti che desiderano reclamare un oggetto smarrito possono trovare maggiori informazioni sul sito e sull’app FREENOW.
I risultati completi sono riportati di seguito:

Oggetti più comunemente dimenticati in taxi:

  1. Telefono cellulare
  2. Borsa
  3. Chiavi
  4. Airpods / Cuffie
  5. Portafoglio / Borsellino
  6. Occhiali da vista / Occhiali da sole
  7. Gioielli

Gli oggetti più insoliti ritrovati nei taxi:

  1. Piscina gonfiabile
  2. Ecografia di un bambino (nelle prime settimane di vita)
  3. Contratto di lavoro
  4. Ferita finta e un tubetto di colla
  5. Extension per capelli
  6. Scimmia di marmo che fa il dito medio
  7. Panini, parmigiano e pancetta
  8. Lampada UV per unghie
  9. Tutore medico per il collo
  10. Martelletto neurologico del medico

Classifica dei Paesi dal più al meno smemorato:

  1. Francia
  2. Grecia
  3. Regno Unito
  4. Italia
  5. Irlanda
  6. Spagna
  7. Germania
  8. Polonia

Le città con il maggior numero di oggetti dimenticati:

  1. Dublino
  2. Londra
  3. Madrid
  4. Barcellona
  5. Parigi
  6. Varsavia
  7. Berlino
  8. Atene
  9. Amburgo
  10. Valencia

19. Milano

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *