Le principali associazioni di categoria delle guide turistiche, Confguide Confcommercio e Federagit Confesercenti, hanno ritenuto di condividere le azioni, le richieste e le proposte presentando al Governo un documento congiunto con 4 richieste specifiche.

“Premesso che entrambe le nostre associazioni ritengono essenziali la dichiarazione da parte del Governo dello ‘Stato di Crisi del Turismo’ e l’istituzione di un fondo economico specifico per il turismo – spiegano in una nota – riportiamo di seguito le principali richieste presentate congiuntamente al Governo:

  • il riconoscimento di un’indennità alle partite Iva di almeno 1.000,00 euro mensili, non soggetta ad imposizione fiscale, fino a marzo 2021; e in misura inferiore alle prestazioni occasionali ed a chi gode di piccola pensione dovuta a versamenti di attività pregresse;
  • defiscalizzazione totale per l’anno d’imposta 2020;
  • decontribuzione degli oneri previdenziali e assistenziali per l’anno d’imposta 2020;
  • sospensione di un anno dei termini di versamento dei saldi 2019 delle imposte e oneri previdenziali, senza applicazione di sanzioni.

“Confidiamo che le nostre richieste inviate al Governo con un documento congiunto possano favorire l’ascolto presso il Governo e ci permetta di raggiungere gli obiettivi sopra elencati, ritenuti dai nostri soci essenziali per garantire la nostra sopravvivenza e traghettare la categoria stessa verso la possibile ripresa – prosegue la nota – Siamo certi che la nostra iniziativa corrisponda anche alle aspettative di gran parte della nostra categoria, che da più parti richiede maggior collaborazione fra le associazioni per poter finalmente incidere sul futuro della nostra professione”.

Condividi: